Dal libro : La lingua salvata. Storia di una giovinezza

Si crede di aprirsi al mondo e si paga questa persuasione con la cecità per le cose più vicine. È incredibile l'arroganza con cui decidiamo che cosa ci riguarda o non ci riguarda. Tutte le direttrici dell'esperienza sono prestabilite, anche se non lo sappiamo, ciò che ancora non comprendiamo a chiare lettere non lo guardiamo neppure, e quella fame lupina che si definisce brama di sapere non si avvede di quel che le sfugge.
Elias Canetti

Commenti

  1. Avvedersi di ciò che ci sfugge,esserne consapevoli
    é un talento che pochi hanno-Ma non é questo,il
    punto- Avvedersene e ignorarlo-Questo é umano-
    Egill

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai