Passa ai contenuti principali

Trattato di amicizia, paternariato e cooperazione

Meno di tre anni fa, il psiconano aveva firmato con Gheddafi , a Bengasi, un "Trattato di amicizia, paternariato e cooperazione" che prevedeva - oltre a 5 miliardi di dollari di danni coloniali in cambio del blocco dei flussi migratori - l'impegno di ciascuno dei due paesi a non impicciarsi negli affari interni dell'altro: "Le Parti rispettano reciprocamente la loro uguaglianza sovrana, nonchè tutti i diritti a essa inerenti, compreso in particolare il diritto alla libertà e all'indipendenza politica. Esse rispettano altresì il diritto di ciascuna delle Parti di scegliere e sviluppare liberamente il proprio sistema politico, sociale, economico e culturale" (art.2). Con tanti saluti ai diritti civili e umani: "Le Parti si astengono da qualunque forma di ingerenza negli affari interni o e sterni che rientrino nella giurisdizione dell'altra Parte, attendendosi allo spirito del buon vicinato". Non solo: "L'Italia non userà nè permetterà l'uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile contro la Libia e la Libia non userà nè permetterà l'uso dei propri territori in qualsiasi atto ostile contro l'Italia" (art.4). Cioè l'Italia diventava alleata della Libia, ma anche della Nato nemica della Libia. E il psiconano s'impegnava a non fare nulla di ciò che sta facendo contro la Libia. Il Parlamento italiano ratificò il tutto nell'aprile 2009 (Pdl, Lega e Pd). E il povero Gheddafi si fidò. Peggio per lui. Doveva saperlo che già prima del psiconano l'Italia non ha mai finito una guerra dalla stessa parte in cui l'ha iniziata. Ora, con il psiconano, ci superiamo: restiamo alleati di Gheddafi (come da Trattato), però lo bombardiamo. Ma solo un pò.
liberamente tratto da il Fatto Quotidiano - Il Grande Jettatore - a firma di Marco Travaglio

Commenti

  1. Pura follia.
    Sarebbe comico, se non fosse tragico.
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  2. Siamo dei voltagabbana...

    RispondiElimina
  3. Voltagabbana.Per una volta non ha inventato nulla.
    Non ha mai inventato nulla- falsa la verità,non è
    un creativo,dopotutto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines