Johnny Stecchino

La più celebre della battute vede Begnini arrivare a Palermo ed essere preso in consegna da uno zio avvocato che sulla strada tra Punta Raisi e la città distilla, in pesante accento parlemitano, la saggezza dell’isola per il neo arrivato dal Nord: Purtroppo siamo famosi ne’ mmondo anche per quacche cosa di negativo, eh per esempio quello che voi chiamate…piaghe. Una, terribile, e lei sa a cosa mi riferisco…l’Etna, il vuccano, che quando si mette a fare i capricci distrugge paesi e villaggi, ma jè una bellezza naturale. Eh, ma c’è un’altra cosa, e questa è veramente una piaga grave che nessuno riesce a resolvere, lei mi ha già capito…jè la siccità…eh, da queste parti d’estate la terra brucia, jè sicca, una brutta cosa. Ma jè la natura e non ci possiamo fare nenti. Eh, ma dove possiamo fare e non facciamo pecchè in buona sostanza purtroppo non è la natura, ma l’uomo. Dov’è? E’ nella tezza e più grave di queste piaghe, che veramente diffama la Sicilia e in patticolare Palemmo agli occhi de’ mmondo…eh, lei ha già capito, è inutile che io glielo dica, mi veggogno a dillo…è il traffico! Troppe machine! E’ un traffico tentacolare, votticoso, che ci impedisce di vivere e ci fa nemici famija contro famija, troppe machine!

Commenti

  1. Paco16:37

    Troppo forte quel film. Ancora adesso ogni tanto me lo riguardo...ECCEZIONALE

    RispondiElimina
  2. Il film mi è piaciuto , Benigni un grande !!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai