Passa ai contenuti principali

Il saper vivere

Che significa saper vivere?
Forse danzare
Al ritmo del mondo,
adeguarsi al frastuono degli eventi,
illudersi di dialogare
nella Babele degli uomini?
Perché non è apprezzato
Colui che preferisce
Ascoltare il silenzio?
E’ così dolce il rumore
Dei pensieri,
come le onde del mare
in un caldo pomeriggio
d’estate.
Arrivano lentamente
A lambire la riva, poi vanno via
Senza lasciare traccia alcuna.
Sono pensieri lievi,
chiusi nelle stanze della memoria,
pronti ad uscire
solo se apriamo con le chiavi
della solitudine.
Il vero dialogo
Si ha con se stessi
E se questo non è
Saper vivere
Allora io non sono mai
Appartenuta
A questo mondo.
Cristina Perilli

Commenti

  1. Questo è davvero "Saper vivere".
    Mi piace molto questa poetessa di cui credo che tu abbia già riportato altre poesie.
    Io invece non la conosco e debbo rimediare.
    Grazie Renato e buona giornata!
    Lara

    RispondiElimina
  2. come lo condivido...preferisco il silenzio al rumore.... preferisco la lingua scritta a quella parlata....l'ho scritto anche in un post "scrivimi"

    RispondiElimina
  3. Saper vivere è via dalla pazza folla,non seguire
    la corrente elettrica dell'8 Marzo.Egill

    RispondiElimina
  4. "illudersi di dialogare
    nella Babele degli uomini "

    Verità !!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines