I risultati del governo del nano

Dal rapporto annuale delle Fiamme Gialle, vediamo come si diminuiscono le tasse coloro che possono assumere squadre di avvocati e fiscalisti, magari portandoli in Parlamento e mettendoli a carico dei contribuenti. I nuovi dati sul “business” dell’evasione fiscale, un fenomeno tutto italiano che da quando il nano bazzica nelle alte camere del governo ha assunto dimensioni colossali. Riporto :

· Nel 2010, in Italia, sono stati dichiarati redditi per quasi 50.000.000.000 (cinquanta miliardi). Rispetto al 2009 la somma evasa è aumentata del 46% ;
· Oltre 20.000.000.000 (venti miliardi) di profitti sono stati sottratti al fisco dalle imprese; · L’IVA non pagata ammonta a 2.600.000.000 (due miliardi seicento milioni). L’IRAP invece a 30.000.000.000 (trenta miliardi)
· Degli oltre 50.000.000.000 (50 miliardi) eclissati, più di 10.000.000.000 sono stati portati all’estero (il doppio del 2009, erano stati 5 miliardi e ottocento milioni);
. Quasi 20.000 i lavoratori in nero, senza nessuna copertura contrattuale o pensionistica.

Istat – I redditi delle famiglie sono in caduta libera. Il potere d’acquisto è diminuito del 1,2% e il risparmio è crollato del 12%. Il peggior dato dal 2000. Sono in diminuzione le spese per le vacanze, i pasti fuori casa, la mobilità e comunicazioni, l’abbigliamento. Sono in aumento le spese per la salute, addirittura il 2,5%, presumibilmente a causa delle difficoltà della sanità pubblica ad evadere le richieste di prestazioni con velocità, e elettrodomestici. Carovita è 2,2% in un anno (top dal 2008) con punte per la benzina, che poi si riflette su tutti i consumi) del 9,9%. Disavanzo commerciale ì 3,4 miliardi di euro. Un valore triplo rispetto a quello dello stesso valore del 2009.
Caritas – In Italia i senzatetto sono dai 90.000 ai 100.000
BANKITALIA – Il debito pubblico in Italia nel mese di novembre 2010 ha raggiunto un nuovo record, 1869,9 mld €

Le entrate fiscali sono state 326 mld e 612 milioni, in calo dell’1,07% rispetto al 2009. Le entrate per la lotta all’evasione sono, nei primi 11 mesi del 2010, 4,6 mld di euro.
Da uno studio del senatore M. Stradiotto, della Commissione Finanze, l’indebitamento dei Comuni della nostra provincia (Venezia) è di 865 euro per abitante.

Alcuni esempi:
· Guida la classifica Venezia con 1.233 euro per abitante.
· Marcon è a livello medio basso con 453 euro per abitante.
· Quarto d’Altino è a livello medio alto con 752 euro per abitante.
· Chiude la classifica Chioggia con 60 euro per abitante

Cosa aggiungere ancora? La quota 96 per allontanare le pensioni di anzianità, la finestra mobile per rosicchiare ancora qualcosa ai pensionati,la TIA (tassa Rifiuti urbani) aumenterà del 30%, il patrimonio dello Stato si impoverisce – 71,6 miliardi di euro, aumenta il prezzo dell’acqua + 65% negli ultimi 8 anni, picco della CIG siamo arrivati a 1 miliardo e 200 mila ore e 576.455 lavoratori coinvolti…in media ogni lavoratore ci ha rimesso 8.000 euro all’anno, e…aggiungete voi se qualcosa ho dimenticato.
CGIL-SPI Metropolitano di Venezia

Commenti

  1. Dimenticato??? Spero niente, tranne forse chiudere bene il coperchio dopo aver versato ammoniaca e acidi vari...
    Ah Renato, povera Italia!!!
    Comunque passa una buona domenica!
    Lara

    RispondiElimina
  2. Più che una tavoletta con coperchio,sembra un
    elisabettiano.Manie di grandezza,che finiranno
    dove devono.

    RispondiElimina
  3. Troppi commenti di convenienza in alcuni siti
    Il potere si nutre di questi finti passi avanti
    e 5 indietro.L'hai notato anche tu?Io penso che
    se davvero vuoi dire qualcosa devi,è un diritto
    alcuni indugiano Troppo.
    Egill

    RispondiElimina
  4. Certamente dire qualcosa è un diritto. Sono d'accordo con te i commenti di convenienza lasciano il tempo che trovano.

    RispondiElimina
  5. «Quando le ho lette non mi è venuto un senso di nausea, ma quasi di tristezza. Quelle carte sono carte di solitudine, di una persona anziana, di un uomo solo, di un nonno che si trova in quella situazione».
    Saviano

    RispondiElimina

Posta un commento