2001 intervista a Andrea Camilleri – vigilia delle elezioni questo il suo pronostico –

Noi abbiamo fatto l’unità nel 1860. Nel 1922 abbiamo avuto il fascismo, o mi sbaglio? Sono passati 82 anni, manco 100, e non mi si venga a dire che quella che c’era dopo l’unità d’Italia era democrazia. Era quello che era, lasciamo perdere. Ne siamo usciti e abbiamo avuto 50 anni di Democrazia cristiana, dove c’è stato insegnato come sopravvivere, col posto sicuro…E parlo dell’Italia, non parlo della Sicilia, dove le cose si complicarono. Dopodichè noi abbiamo un Berlusconi. Tu mi devi spiegare dov’è che l’Italia ha avuto modo di esplicitare una libera democrazia. Da un regime fascista siamo passati a un regime democristiano. E non mi venga a dire Berlusconi che siamo passati a un regime di sinistra, perché un regime di sinistra non c’è. Dal punto di vista formale, certo che è una democrazia, non c’è dubbio. Ma…nel 1945, quando fecero scempio del corpo di Mussolini – un caso di disillusione degli italiani, queste disillusioni violente – sulla rivista Mercurio, un grande giornalista inglese, Herbert Matthews, scrisse un articolo che mi è sempre rimasto in mente. Si intitolava “Non l’avete ucciso”. Diceva: “Il fascismo sotto forme diverse, magari di finta democrazia, ve lo porterete dietro per un centinaio di anni”. Invito a rileggerlo. E ti dico che siccome l’italiano ama il Mussolini prima maniera, come avrebbe amato Peròn, così ama Berlusconi. E’ semplicissimo, però purtroppo è così.
Andrea Camilleri – tratto dal libro patria di Enrico Deaglio 2001 pag. 585,586 –

Commenti

  1. Condivido. Ripeto Noi siamo Doctor Frankenstein
    Loro le le Creature.No ho una spiegazione per questo.Forse perchè non c'è stato 800 in Italia.
    Mentre in Germania,Regno Unito il Romanticismo trovava espressione,l'italia era occupata,stava
    dietro a insurrezioni moti tumulti.Solo ipotesi.
    Qualcuno può spiegare perchè,azzardare una possibile soluzione,all'equazione non Romanticismo
    Sudditi e infine Come vediamo?

    RispondiElimina
  2. Anonimo20:39

    In 150 anni gli OPERAI
    Malgrado due guerre mondiali
    non solo sono riusciti a sopravvivere
    ma hanno prodotto ricchezza
    i GOVERNI che si sono succeduti alleandosi
    con chi detiene il potere economico
    hanno Prodotto solo crisi
    che il popolo dovra risanare.
    Lo STATO se venisse amministrato
    come gli OPERAI hanno gestito le loro miserie
    i sacrifici dadarebbero i suoi frutti
    l’esempio di ciò che dico è sotto gli occhi di tutti
    i giovani se non avessero il sostegno dei genitori
    la maggioranza
    finirebbe a dormire sotto un ponte.
    l’ unica salvezza?
    Aprire le menti ,per cancellare
    Falsi ideali camuffati da democrazia
    Se questa per loro è democrazia
    Il fascismo cosè? NESSUNO1°

    RispondiElimina
  3. Fascismo è un modello dell'antica roma (Ipmeriale dittatore,abuso. L'America
    cosa stà facendo?

    RispondiElimina
  4. Interessantissime queste pagine che riporti, caro Renato.
    Ho letto e rileggo ultimamente proprio Herbert Matthews del quale qualcuno dice che, non essendo stato italiano, non poteva capire gli Italiani.
    Ma già quella frase che hai riportato mi sembra uno specchio fedelissimo del nostro paese.
    Ciao, un abbraccio
    Lara

    RispondiElimina
  5. "Da un regime fascista siamo passati a un regime democristiano. E non mi venga a dire Berlusconi che siamo passati a un regime di sinistra, perché un regime di sinistra non c’è. "

    Significativa questa frase di Camilleri.
    ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai