WikiLeaks rivelazioni e reazioni

B. : Ieri davanti alle rivelazioni di WikiLeaks aveva riso. Oggi, però, reagisce in modo molto meno allegro. "Non frequento festini selvaggi, quelle notizie arrivano da funzionari di terzo grado" e aggiunge : “Le nuove rivelazioni sono riportate dai giornali di sinistra e danneggiano l'Italia" e si chiede polemicamente : "Chi paga" le ragazze che stanno raccontando come si svolgevano le serate dal Cavaliere, a partire dalla escort emiliana Nadia Macrì. "Una volta al mese offro delle cene nelle mie case, dove tutto avviene in modo corretto, dignitoso ed elegante" "Ma secondo voi, cosa spinge una ragazza a dichiarare il falso e a dichiararsi prostituta in televisione? Significa che non potrà mai avere una vita normale, un marito normale, e non potrà più nemmeno fare la prostituta".
F. Frattini :“ WikiLeaks vuole distruggere il mondo.Esorto la comunità internazionale a reagire compatta senza commentare e senza retrocedere sul metodo della diplomazia, senza lasciarsi andare a crisi di fiducia, che se diventa sfiducia reciproca può bloccare collaborazioni fondamentali per risolvere grandi situazioni di crisi"Berlusconi evidentemente non si sente nè attaccato, nè colpito, nè offeso. Molte notizie che abbiamo letto erano già uscite sulle prime pagine dei giornali di opposizione". "I rapporti riservati degli ambasciatori non rappresentano la policy di un paese. Sarebbe devastante far credere che la policy degli stati uniti sia di sfiducia verso un gran numero di paesi che sono invece stretti alleati dell'america. Penso innanzitutto all'Italia".
Gianni Letta : "Se questi sono i costumi dell'epoca in cui viviamo c'è da restare atterriti e sconfortati"
Roberto Maroni : “Non sono uno che ama guardare dal buco della serratura”
Pierluigi Bersani : “C’è poco da ridere quel che emerge conferma in modo inequivocabile che il presidente del Consiglio con il suo comportamento e con le sue decisioni politiche nuoce alla reputazione dell'Italia nel mondo, con grave danno per il paese. Semmai ce ne fosse stato bisogno, è la conferma che occorre una svolta, che bisogna voltare pagina".
Paolo Guzzanti : “Il premier sembra il portavoce di Putin.Una zona grigia di scambi, di regali e di affari, non soltanto tra Berlusconi e Putin, ma in un gruppo di persone che comprende Berlusconi, Putin, l'ex presidente tedesco Schroeder (oggi titolare di Gazprom Germania), il primo ministro turco Erdogan, Gheddafi naturalmente e di striscio anche il venezuelano Chavez"
Carmelo Briguglio :"I vertici troppo frequenti fra Berlusconi e Putin, fra Berlusconi e Gheddafi molto più frequenti degli incontri con gli alleati e con gli usa costituiscono un anomalia".

A questo punto e proprio vero…esiste un terrorismo mediatico molto più efficace di quello tradizionale. Ne sono più che convinto e il coso ne è la forma principale.

Commenti

  1. rivelazioni oramai diventate cose normali, almeno quelle che riguardano il nostro pupazzo premier.

    RispondiElimina
  2. sempre più ridicolo il nano Stron..olo !!

    RispondiElimina
  3. Spero che gli italiani ritrovino la capacità di indignarsi e la voglia di essere rappresentati da galantuomini o da galantdonne (si può dire?).
    Ciao.

    RispondiElimina
  4. SPERIAMO scritto in maiuscolo ma, lo Stron.olo come dice Valerio è duro a morire

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai