Alluvione del 31 ottobre 2010 (2 euro per il Veneto)

L’ACQUA
Provincia di Vicenza 530 millimetri di pioggia in 48 ore
Provincia di Padova 100 millimetri di pioggia in 48 ore
Provincia di Verona 386 millimetri di pioggia in 48 ore
Provincia di Treviso 370 millimetri di pioggia in 48 ore
Provincia di Belluno 586 millimetri di pioggia in 48 ore

VICENZA Morti 2 Sfollati/isolati 900 Comuni gravemente danneggiati 30 Strade principali chiuse al traffico 20 Frane e smottamenti 17 Esondazioni e allagamenti 12 Rotture di argini 4 Superficie interessata da allagamenti 50 Km quadrati
PADOVA Sfollati/isolati 3.500 Comuni gravemente danneggiati 12 Strade principali chiuse al traffico 6 Esondazioni e allagamenti 8 Rotture di argini 6 Superficie interessata da allagamenti 72 Km quadrati
VERONA Sfollati/isolati 2 mila Comuni gravemente danneggiati 21 Strade principali chiuse al traffico 8 Frane e smottamenti 11 Esondazioni e allagamenti 7 Rotture di argini 5 Superficie interessata da allagamenti 10 Km quadrati
TREVISO Sfollati/isolati 270 Comuni gravemente danneggiati 10 Strade principali chiuse al traffico 6 Frane e smottamenti 6 Esondazioni e allagamenti 1 Superficie interessata da allagamenti 8 Km quadrati

BELLUNO Comuni gravemente danneggiati 13 Strade principali chiuse al traffico 15 Frane e smottamenti 17 Esondazioni e allagamenti 1

“in venti minuti ho perso tutto: la mia casa ora è senza pavimenti e abito dai suoceri. Ma lunedì devo e voglio tornare al lavoro” Stefania Gaias Cresole di Caldogno

“io sono barese, mia moglie è vicentina. Conosco bene le differenze fra tragedie del Sud e del Nord e posso dire che la gente di qui fa bene ad arrabbiarsi. Tanto lavoro senza nemmeno vedersi riconoscere i diritti” Giovanni D’Erasmo Vicenza

“vedo tanta voglia di riprendere e una generosità illimitata” Arcivescovo Cesare Nosiglia Vescovo di Vicenza, durante la sua visita a Caldogno

“trentamila euro di danni solo in magazzino. E merce scontata del 50% per dire alla gente ‘non lasciateci soli " Vicenza

“circa 230 mila capi di bestiame, in prevalenza avicoli e conigli, ma anche vacche e maiali, sono morti annegati. Sono andati persi completamente o parzialmente scorte e raccolti. Sono state pesantemente danneggiate strutture e attrezzature. Migliaia di ettari sono stati allagati con danni pesantissimi soprattutto all’orticoltura. Sono state distrutte serre e fungaie ” Coldiretti Veneto primo bilancio parziale dei danni all’agricoltura veneta

“tutto perso. Per me è finita qua. Avevo investito centinaia di migliaia di euro; pagherò lo stipendio ai miei 20 dipendenti, poi basta ” Giuseppe Vicari Bovolenta

“ho lavorato per ore per recuperare con mia moglie il salvabile. Tanta roba però è da buttare, comprese due auto, tanto fango ovunque, mi viene il convulso Guerrino Fornasiero Casalserugo

ho perso in un minuto tutti i sacrifici compiuti da mio padre in 25 anni di lavoro. L’officina si è allagata completamente i macchinari andati distrutti. Solo per miracolo siamo riusciti a mettere in salvo le auto dei clienti” Emanuele Cassin Monteforte d’Alpone

sembra che siamo in stato di guerra” Anziano di Motta di Livenza

“incrociamo le dita e speriamo che non piova. Non possiamo fare altro” I sindaci della Pedemontana 6 novembre

Veneto Ferito low.pdf
4950K Visualizza (quello che la televisione non ha mai trasmesso)

Commenti

Posta un commento