A.A.A. Cercasi consapevolezza DISPERATAMENTE















Montezemolo : «Veniamo da 15 anni di non scelte, il Paese va ricostruito sotto tanti aspetti» «Entrare in politica da soli non significa niente, ci vuole la squadra. Noi- dice, rivolto ai suoi collaboratori- crediamo profondamente nell'Italia, nella sua tenacia e soprattutto nelle forze migliori dell'Italia che grazie a Dio sono tantissime. L'Italia non si rassegna a un destino di declino. All'estero mi chiedono: l'Italia ce la farà? Non c'è dubbio, deve farcela e ce la farà. Credo abbia tutte le capacità per essere protagonista dello sviluppo». Come? «Uscendo dal proprio particolare recinto per contribuire al bene comune. Basta con i superuomini. Il periodo dell'one man show è finito. Serve uno spirito di squadra. Bisogna trovare collaboratori sempre più bravi per lavorare con noi. Ho il dovere di fare qualcosa per il mio paese».
B : «Parlare è facile, fare è difficile. Gli altri parlano, noi facciamo. Ho sentito in questi giorni alcune affermazioni circa il fatto che l'Italia non riesce ad aumentare il Pil al pari di alcuni grandi Paesi europei. Si dimentica che noi abbiamo ricevuto eredità pesanti dai governi precedenti, addirittura drammatiche, tragiche, e che non possono essere risolte con la bacchetta magica»
B : «All'Udc suggerisco un appoggio esterno al governo». «Ciascuno dovrebbe restare fedele al voto ricevuto. L'Udc si è presentato da solo, per l'opposizione di Gianfranco Fini che non voleva facesse un accordo con il Pdl. Oggi l'Udc avrebbe l'occasione di dimostrare che non pensa solo al tornaconto del proprio leader, ma a quella del Paese che ha necessità di avere una maggioranza stabile»
Casini : "Com'e' buono, com'e' generoso" "com'e' premuroso e quanto ci tiene a noi" "Per favore, non perdiamo tempo"
Cesa : «I suoi consigli sono troppo interessati per risultare credibili. Pensi lui all'interesse del Paese e non perda un'occasione storica: si dimetta e apra una fase politica nuova». «Prima Berlusconi deve dimettersi, poi siamo disposti a discutere di soluzioni per il bene del Paese»
B : «Credo che un passo indietro dovrebbero essere altri a farlo, come il presidente della Camera che invece di essere super partes è stato di parte e ha fondato un partito sulla sua figura di leader».
Bonaiuti : «Leggiamo alcune agenzie di stampa erroneamente titolate, nella quali si asserisce che il Presidente Berlusconi avrebbe chiesto le dimissioni del Presidente Fini. È sufficiente leggere le dichiarazioni testuali del Presidente Berlusconi per comprendere che così non è. L'invito a fare il passo indietro riguardava, con ogni evidenza, la posizione politica e le indicazioni, anche odierne, di alcuni esponenti di Futuro e Libertà di votare la sfiducia al Governo, nonchè l'ennesima richiesta di dimissioni del Presidente Berlusconi, fatti che contrastano con la conclamata volontà degli elettori».
Fonte: Quotidiani Nazionali
Quando gli italiani smisero di credere nel duce e non furono più fascisti ? Non quando promulgò le leggi razziali, non quando si alleò con Hitler, non quando entrò in guerra nel 1940, ma dopo il ’43 quando i nazisti invasero l’Italia e ne presero il comando. Quando cioè, tutto era già perduto, devastato, distrutto. Allora si, e solo allora, finalmente il popolo italiano si svegliò. Ora come ora siamo ad un passo dalla catastrofe, dalla miseria e ormai il fallimento è inevitabile. Liberiamoci una volta per tutte dal satrapo rincoglionito non senza chiedergli prima la restituzione del malloppo che ci ha sottratto con tutti gli interessi. E poi…calci in culo e via. Ritorneremo forse un paese normale ?

Commenti

  1. Bonaiuti ? ah ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  2. Consapevolezza??? E dove andiamo a trovarla?
    A me sembra che siamo nei guai fino al collo e anche di più.
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  3. La consapevolezza di alcuni, c'è.
    E' la possibilità di agire che manca
    (fino ad ora, le azioni più o meno dimostrative, le proteste, financo gli scioperi, sono diventati sapone sul quale il governo ha continuato a scivolare imperterrito, prendendo anzi più slancio).

    RispondiElimina
  4. Certo Annalisa convengo con quanto hai detto. Continuiamo a fare sempre e continuamente il gioco del coso.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai