Passa ai contenuti principali

Jimi Hendrix - Band of Gypsys -

Ultimo album pubblicato in vita da Jimi Hendrix. Sciolta la Experience, nel 1969, nei primi mesi del 1970 Hendrix da vità ad un trio composto assieme a due musicisti di colore, il batterista Buddy Miles e il bassista Billy Cox. Album live intitolato semplicemente “Band of Gypsys” è composto da sei lunghissimi brani che mettono in luce tutta la vis creativa di Hendrix. Eccelso vinile costruito su parti di chitarra dalla tipica e geniale follia hendrixiana dove escono fuori le note dimenticabili di “Who Knows”, “Power to love” e “Message of love”. La vera essenza di questo album è senza ombra di dubbio “Machine Gun” che con i suoi 12 minuti è una delle più straordinarie performance del mancino nero di Seattle. Qualcosa di unico e molto probabilmente irrepetibile. A ciascuno, comunque, la sua libera interpretazione.

Commenti

  1. Eccelso, sì. Ce l'ho in vinile e ne vado fierissimo.

    RispondiElimina
  2. Ultimamente in giro si parla parecchio di Jimi Hendrix :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines