Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2010

Sono una persona di cuore e mi prendo cura delle persone in difficoltà

Immagine
Il Pm dei minori aveva deciso che Ruby dovesse andare in comunità e invece…improvvisamente arriva la Minetti che ; “Mi sono presentata in veste di persona maggiorenne che conosceva Ruby. Ho spiegato che sarebbe venuta via con me. Mi sono resa disponibile, facendo da garante”. Mancava però l’autorizzazione del giudice… “Esatto, lo riferito al presidente che, quando ero fuori dalla questura, mi ha richiamato e mi ha pregato di prenderla in affido. Altrimenti non l’avrebbero lasciata. Quindi sono rientrata e, una volta ottenuto l’affido, la cosa si è sbloccata. Ma se il procuratore dei minori, come sopra accennato, aveva disposto il ricovero in comunità, per Ruby nessun affido era possibile. Forse c’è stata solo una telefonata da palazzo Chigi per trovare qualcuno che potesse rendersi disponibile all’affidamento per una persona che aveva fatto al “Coso” molta pena perché gli aveva raccontato una storia drammatica a cui lui aveva dato credito ? Telefonata…driin… "Dottore (il…

Ieri...29 ottobre 1981

Immagine
Sète è un posto di ostriche. Una lingua sabbiosa di fronte al Golfo del Leone che profuma di salsedine, “l’’ìle singulière” cantata da Paul Valere, la striscia di mare sfiorata dal mistral dove George Brassens era nato e dove tornava spesso, nella sua casa piena di fiori e di gatti. Il luogo della nostalgia in cui il troubadour più amato di Francia implorava ne “La Supplique”, ultima canzone-testamento, di essere sepolto “in un piccolo angolo di spiaggia, sotto un pino ombrellaio”. Era uno così, Brassens, uno che amava giocare con la vita e con la morte, “orso” per scelta, il culto per gli amici e per la solitudine, per il lirismo antico, alla Villon e alla Rabelais. Una vita tra le caves fumose di Saint German e qualche incursione sui palchi chic d’Europa, l’aspetto da dandy fuori tempo, l’anima e la lingua libera da anarchico della poesia. Il disprezzo per i soldi e la buona creanza. Scandaloso Brassens de “Le gorille” e de “Le Pornographe”, tenero chansonnier che adorava la notte, …

Il Coso, Emilio, Lele Mora e...le minorenni

Immagine
“Ho ricevuto 30 mila euro da Silvio Berlusconi”. Così racconta Ruby, la ragazza minorenne di origine marocchina che fa tremare il Coso. Una millanteria? Una calunnia? La sparata di una ragazzina che è entrata in un gioco più grande di lei? I quotidiani sono giorni che ne parlano. Riferiscono di festeggiamenti che si sarebbero svolti nella villa di Arcore del Coso con la partecipazione di una ragazza minorenne non italiana alla quale sarebbe stato suggerito di spacciarsi per la nipote di Hosny Mubarak (fonte : corriere della sera). Quali le reazioni ? Il Coso : “ Non mi preoccupo di spazzatura mediatica “ “ Io sono una persona di cuore e quindi mi occupo dei problemi delle persone, facciamo come da Santoro : su domande , insulti e altre sconcezze, da parte mia contraddittorio zero” E. Fede : “ Non mi risulta di essere indagato per alcun reato. Credo di aver conosciuto quella ragazza a qualche cena a casa di Berlusconi ma non l’ho presentata io né a Lele Mora, né al presidente del Cons…

Jimi Hendrix - Band of Gypsys -

Immagine
Ultimo album pubblicato in vita da Jimi Hendrix. Sciolta la Experience, nel 1969, nei primi mesi del 1970 Hendrix da vità ad un trio composto assieme a due musicisti di colore, il batterista Buddy Miles e il bassista Billy Cox. Album live intitolato semplicemente “Band of Gypsys” è composto da sei lunghissimi brani che mettono in luce tutta la vis creativa di Hendrix. Eccelso vinile costruito su parti di chitarra dalla tipica e geniale follia hendrixiana dove escono fuori le note dimenticabili di “Who Knows”, “Power to love” e “Message of love”. La vera essenza di questo album è senza ombra di dubbio “Machine Gun” che con i suoi 12 minuti è una delle più straordinarie performance del mancino nero di Seattle. Qualcosa di unico e molto probabilmente irrepetibile. A ciascuno, comunque, la sua libera interpretazione. Machine Gun Live http://www.youtube.com/watch?v=zZANxW4iFnk

Ieri...26 Ottobre 1944

Immagine
A proposito di Rai e della sua antica attitudine alla propaganda governativa. Un pò di cronologia e qualche riflessione. Iniziando dall'URI del '24, prima radio nazionale voluta da Costanzo Ciano sulla scia dei grandi broadcasting europei, in cui l'unica informazione in onda sarà affidata, su direttiva delibera di Mussolini, all'Agenzia governativa Stefani. Quattro anni di rodaggio per promuovere il decollo di una radiofonia pilotata e, nel '28, via libera all'Eiar, formidabile fabbrica del consenso affidata a roboanti bollettini filogovernativi e a un martellamento mix di rubriche di propaganda, grondante retorica, nelle mani di un pool di cronisti di profata fede fascista. Medium ormai di massa, con un milione di abbonati in pochi anni, l'Eiar, sempre sotto stretto controllo politico, sarà un grande repititore dell'ideologia di regime, una vox destinata all'indottrinamento dell'opinione pubblica. Fino al 26 ottobre 1944 quando, in piena guerra…

Fini: sulla giustizia c'è rischio crisi. Fli pronta a dare battaglia sulla non reiterabilità del lodo Alfano

Immagine
Acque agitate nella maggioranza attorno alla giustizia che rischia di diventare un terreno scivolosissimo per Silvio Berlusconi. Come ha fatto intendere il presidente della Camera, Gianfranco Fini, nel corso di un'intervista all'emittente televisiva Antennatre Nordest. «Mi auguro - ha detto il leader di Fli - che sul tema giustizia non ci siano questioni insormontabili e che non ne scaturisca una crisi di governo». Noi, aggiunge Fini, «non cambiamo opinione sul lodo Alfano, che serve a tutelare una funzione, e non una persona. Non vedo come, se il Pdl non dovesse cambiare idea, il presidente Berlusconi possa prendere questa questione come pretesto per fare una crisi di governo». Ma il rischio di un nuovo fortissimo scontro c'è e ruota tutto attorno all'affondo dei finiani sulla non reiterabilità dello scudo.E, per capire che aria tira dalle parti del Cavaliere e dei suoi, basta sentire le parole di un berlusconiano doc.«Qui ognuno viaggia per conto suo, non c'è una…

Fbc Unione Venezia : Il Venezia cade in piedi

Immagine
San Paolo Padova-Venezia 2 - 1 Campionato Nazionale Serie D Girone C - 8^ Giornata - Brutta partita, in parte non giocata, in parte interpretata malissimo, da due formazioni ben differenti sotto ogni punto di vista. Vince il San Paolo Padova ma il pareggio poteva anche starci e non avrebbe cambiato le indicazioni del campo,indubbiamente poco esaltanti. I padovani hanno aspettato il Venezia come si trattasse di una partita di Champions: tanti gli ex con sentimenti di rivalsa, tanta voglia di far vedere che il calcio si può fare in varie maniere, un'immensa pretesa di aggiudicarsi il match con autorità all'esordio al Plebiscito. Venezia bello a metà, indeciso e non registrato dietro, inconsistente a centrocampo a livello propositivo e con una punta pronta a timbrare sempre il cartellino e un'altra a corrente alternata. Il San Paolo è stato concreto, ma soprattutto è stato aiutato. Il rigore era inesistente, almeno da quello che ho potuto vedere.E' innegabile che gli aran…

Il patto anti-Silvio di Fini e D’Alema

Immagine
L'arte della guerra orientale suggerisce di cavalcare la propria tigre, evitando di esserne divorati. Gianfranco Fini pare seguire la massima alla lettera. Perché è vero che ha deciso di non mettere al guinzaglio la bestia dell’antiberlusconismo di destra, anzi. Ma la situazione è in bilico, quasi confusa. Ecco che prima di prendere la parola ad Asolo nella tavola rotonda con Massimo D’Alema, il presidente della Camera chiama Giulia Bongiorno per verificare se l’intenzione del premier di ritirare il Lodo sia «reale o tattica». G li viene detto che i vertici pidiellini sono già all’opera per limare il testo secondo le indicazioni del Colle. Che sarebbe una mossa «mediatica». E allora Fini mitiga le incursioni dei falchi futuristi, che si erano precipitati a dichiarare seppellito il Lodo, attestandosi sulla linea del Colle: «Se la filosofia di quel provvedimento è la tutela di una funzione, (quella del presidente del Consiglio, ndr) e non di una persona, non credo possa essere reiter…

Ieri...22 ottobre 1970

Immagine
Scenografia essenziale, una piccola sala di periferia con le sedie-panchette, una platea di ragazzi. Nasce così, il 22 ottobre 1970, nel teatro parrocchiale di Seregno, in Brianza, la grande avventura de “Il Signor G”,tutto il mondo poetico di Giorgio Gaber trasferito in un recital rivoluzionario, profetico, che farà storia, tendenza. Un canto libero attorno alla psicopatologia quotidiana dell’uomo moderno, il racconto-denuncia delle nevrosi collettive racchiuso attorno all’autoritratto ferocemente satirico di un signore qualunque, il signor G., dove G è alter ego di Gaberscik ma sta anche per “gente”, massa, individuo globalizzato ante litteram. Individuo anonimo e vagamente anarchico, fragile e smarrito di fronte ai demoni della società dei consumi e degli slogan, eternamente spiazzato dalla sua stessa debolezza, tenero nella sua fatica di vivere, eppure ribelle agli imperativi del conformismo e dei luoghi comuni. Geniale maschera di disadattato suo malgrado, di pessimista accerchia…

Questa è la volta che prendo la decisione : espatrio

Immagine
http://pensierinutili999.blogspot.com/ Segnalazione quanto mai appropriata. La prendo e la faccio mia sperando che molti altri facciano la stessa cosa. Personalmente in coscienza la mia adesione è completa.ll PresidenteSilvio Berlusconiha minacciato di inviare alle famiglie italiane dieci milioni di copie del volume "due anni di governo", un'opera così autocelebrativa da far supporre di avere avuto quale consulenteKim II Sungo il fantasma di Ceaucescu.L'onorevole Palmieri, responsabile della comunicazione del PDL (che fu), ha tenuto a precisare che il costo (molti, ma molti milioni di euro) è a carico del PDL medesimo e non delle casse pubbliche. Tralascia, l'onorevole un po' carente in comunicazione, di spiegare se il costo verrà pagato con fondi propri del PDL, oppure se verranno usati i fondi pubblici ad oggi ricevuti dai partiti confluiti nel PDL (circa800 milioni, più altri 110 per i giornali).In ogni caso, anche solo per risparmiare foreste ed alberi in…

Lodo Alfano...la vergogna del nostro "povero Paese"

Immagine
Il segretario del Partifo democratico, Pier Luigi Bersani, ha definito oggi "inaccettabile" il cosiddetto lodo Alfano, la legge costituzionale sull'immunità del presidente del Consiglio, affermando che l'opposizione di centrosinistra farà ostruzionismo in Parlamento e arriverà fino al referendum. "Quella legge riguarda una persona ed è una legge inaccettabile", ha detto il leader democratico ai microfoni dell'emittente satellitare Sky Tg 24, riferendosi all'attuale premier Silvio Berlusconi.Bersani ha detto che il Pd "farà barricate" contro la legge: "Far le barricate vuol dire opporsi in Parlamento con tutti gli strumenti regolamentari e poi andare al referendum e sconfiggere questa legge".Se (la legge) non fosse retroattiva non se ne vedrebbe il significato e la retroattività disvela l'intenzione, che non è quella di imbarcarsi in una astrattissima norma costituzionale: vogliono risolvere il problema di Berlusconi, e noi no…

Phil Collins : Going Back

Immagine
L’attesa è giunta al termine per gli appassionati del grande musicistaPhil Collins,quello che si può considerare il membro più fortunato dei Genesis dal punto di vista della fama ottenuta nella carriera solista. Dopo aver, infatti, “minacciato” il ritiro dalle scene, il maturo (ormai quasi sessantenne) cantante torna con un prodotto che potrebbe essere tranquillamente preso per un classico dei gloriosi anni ’60.Il “nuovo”Going Back, difatti, è null’altro se non una compilation di cover che il signor Collins ha voluto tributare alla musica della propria adolescenza, priva di ritocchi o abbellimenti atti a facilitare l’accettazione di tali, datati, brani alle giovani ed estremamente poco raffinate orecchie delle generazioni di “teen-agers” odierne. Non è, dunque, immaginabile che il target cui il musicista indirizza questa ennesima fatica sia un altro se non quello di coloro che, evidentemente alla sua stregua, hanno amato e ballato questi “pezzi di storia” dell’epoca.Tra i grandi artis…