Continuo a dare i numeri ma voi non giocateli

Dopo “Roma ladrona” si passa a “Italia ladrona”. Ecco l’ennesima sparata padana di quel somaro del senatur. A farne le spese questa volta è la nazionale italiana di calcio. “Tanto le partite se le comprano – attacco il cerebroleso – vedrete che al prossimo campionato ci saranno due o tre calciatori slovacchi che giocheranno nelle squadre italiane e così l’Italia passerà agli ottavi” Penso proprio che se ci fosse un seggio elettorale dentro il ritiro azzurro la percentuale della “lega” si aggirerebbe intorno allo zero. Una dichiarazione sconcertante e offensiva che lascia il tempo che trova perché detta da un povero “vegetale” anche se…questa volta “Attila il flagello di Dio” ha passato il segno. Mi domando ancora per quanto tempo dovrò sopportare questo demente e per quanto tempo ancora i cittadini italiani non troveranno scandalose queste e altre affermazioni del rincoglionito di Cassago Magnano ? Forse questi cittadini non sono italiani o forse non sono cittadini ? “Il Nord si è stufato” dice Bossi…” E l’Italia” dico io…

Commenti

  1. e io dico : ma la moglie perchè non divorzia visto che è siciliana si deve solo vergognare lui e lei !!!!!

    RispondiElimina
  2. Quoto Marianna.
    ...
    Le incoerenze sono all'ordine del giorno.

    Saluti.

    RispondiElimina
  3. Cara Marianna sai...il potere...
    Spes...vedi sopra !!!

    RispondiElimina
  4. si vabbè, ma quello è uno psicopatico...

    RispondiElimina
  5. Velio17:01

    Rispondo a Marianna:
    Abbandoneresti solo per principio un menomato fisico (seppure ministro), che porta a casa 16 o 20.000 Euro al mese, anche le l'ha beccato a scopare con Luisa Corna, (guarda il caso)?
    Se è ancora la è perchè ha fatto i suoi conti e ha scoperto che le conviene.
    Morale: per principio qui in Italia non si fa più nulla e i fatti lo dimostrano. Solo il popolo ignorante, per principio lo prende sempre nel culo e deve tacere.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai