Passa ai contenuti principali

Senza titolo

La natura siamo noi

Commenti

  1. Ciao!

    Foto emblematica. Credo che non a caso il volto dell'uomo sia "scolpito" tra i rami secchi e neri di un albero, in mezzo al verde.

    La mia interpretazione è che noi siamo l'"anima nera" della natura, e la tragedia / catastrofe immane e senza pari precedenti nel Golfo del Messico ne è la testimonianza.
    Forse non basteranno tre mesi a fermare il flusso di petrolio nel mare: 5000 barili di greggio al giorno! Che ne sarà del Golfo del Messico, del M;ar dei Caraibi, delle isole che vivono di pesca e di turismo??? Che crisi economica porterà negli Usa (e da noi) già in ginocchio per quella in corso?
    E se non riusciranno a "tappare i buchi"???
    Il petrolio uscirà fino all'esaurirsi del giacimento?
    Forse stavolta abbiamo scoperchiato davvero il vaso di Pandora.
    Le trivellazioni sotto il mare sono un delirio di onnipotenza! Possibile che non si ponessero mai la questione che, in caso di perdite, il petrolio fuoriesce dal giacimento, a differenza che in terra ferma (dove, passata la pressione iniziale si ferma) e poi viene immancabilmente a galla???
    Scusa il pessimismo, ma sono molto molto preoccupato dagli sviluppi futuri.

    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Il tuo, caro Milo, non è pessimismo ma presa di coscienza della realtà. Chissa chi verrà dopo di noi che mondo troverà ?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines