Passa ai contenuti principali

Anonimo

Quando sullo schermo del mio cellulare compare la dicitura “sconosciuto”,”numero privato”, ecc. che annuncia una chiamata in arrivo mi prende una voglia matta di negarmi, di non rispondere, per costringere l’anonimo a tirar giù la maschera. Sono personalmente convinto che la maleducazione è il marchio di fabbrica di quelli che si trincerano dietro l’anonimato telefonico. Di solito, tranne in rarissimi casi sono degli incalliti scocciatori che sono privi di cortesia e buona educazione. Il telefono cellulare è uno strumento meravigliosamente comodo ma anche, a volte, che non ti lascia mai in pace. Sei sempre raggiungibile, squilla quando meno te lo aspetti. E allora dobbiamo anche difenderci contro chi usa l’anonimato per entrare a casa nostra senza nemmeno qualificarsi…niente risposta, o mi dici chi sei o con te non voglio parlare, un cortese ma fermo diniego. Alla fin fine una risposta contro la “nuova maleducazione” corroborata dalla sempre maggiore intrusione delle tecnologie che abbattono ogni “barriera” di tutela alla vita privata. Anonimo…ho tiri giù la maschera o rifiuto la chiamata.

Commenti

  1. D'accordissimo con te e pure a casa sul telefono fisso (ho l'opzione "chi è") quando vedo una chiamata in arrivo "anonimo" non rispondo..tanto sono sempre i soliti che scocciano con proposte di nuovi abbonamenti telefonici o per il pc...vendita prodotti vari : dall'olio al giardinaggio, dai mobili agli elettrodomestici ..sondaggi, interviste ...e persino c'è chi tenta di farti cambiare assicurazione o banca...
    Mi son scocciata e ho già tentato più volte di farmi togliere dalle loro liste ma persitono finchè non minaccio ! ;((
    che tristezza...che invadenza e poca educazione...
    Così mi rimane solo la carta di non rispondere agli anonimi...
    cari saluti val

    RispondiElimina
  2. Invadenza, poca educazione e soprattutto mancanza del rispetto della privacy. A noi comuni mortali è dato di sopportare tutto alla casta ora tolgono anche le intercettazioni...un regalo alla mafia. Ciao e stammi bene valverde.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines