Passa ai contenuti principali

Fbc Unione Venezia : Contro il fanalino di coda si vince con una rete al 91'

Venezia-Montecchio 2-1 Campionato Nazionale Serie D Girone C - 23 Giornata -
Il Venezia riesce a portare a termine l'operazione Montecchio e a piegare la cenerentola della serie D non senza sudare un bel pò e soprattutto tremare non poco. Decide la fortuna più che l'esperienza, in un match che ha riservato poche emozioni e tanti sbadigli, nel quale la differenza di trenta punti in classifica non si è vista nemmeno per un minuto. Il Montecchio non fà cose strepitose. Contiene gli arancioneroverdi e si ripropone senza però riuscire ad imbastire grandi trame di gioco e soprattutto senza essere in grado di creare pericoli alla porta difesa da Caverzan. Il momento più intenso del match è quello della chiusura, alla faccia di chi lascia sempre lo stadio una manciata di minuti prima : una ingenuità della difesa lagunare che l'arbitro punisce con il rigore porta al pareggio i vicentini esattamente allo scadere della seconda frazione di gioco. Giro di lancette e Collauto pennella una palla perfetta per la testa di Nichele che probabilmente spinge il difensore della squadra ospite, la palla entra e il match va in archivio. Con buona pace di un Venezia che per il rotto della cuffia ha salvato la faccia e risultato. Tifosi felici per i tre punti messi in saccoccia, ma delusi per un gioco alquanto deficitario.
Venezia-Montecchio 2-1
Arbitro : Sig. Campo di Trapani
Reti : pt 15' Corezzola (UV); st 45' Corà (M rigore), 46' Nichele (UV)

Commenti

  1. Barbara17:49

    Ciao Renato. Brutta partita. Poco gioco sembrava come i ragazzi non avessero voglia oppure snobbassero l'avversario. Quì al Penzo è sempre freddo e con il carnevale un casino per arrivarci. A proposito dopo un secolo si è visto in stadio El Coca ti saluta. Non sapeva dell'incidente di Federico ha detto che vuole venirti a trovare gli ho dato il tuo cellulare. Ciao al prossimo lunedì, saluta Federico e Carla
    Barbara

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines