Passa ai contenuti principali

Natale se ne è andato e adesso cosa rimane...

Stenditi qui con me stringimi e non parlare
c'è sempre poco spazio per l'amore
appena dopo un duro colpo al cuore

svegliati piano e poi
aiutami a ripartire
c'è stato poco tempo per capire un breve istante prima del dolore

cadono (cosa rimane davvero) luna e sole
labbra senza più fiato ne parole un ricordo una preghiera da staserà ricomincerò
ecco che rimane

calmala la mia follia
di colpo si è squarciato il velo
sceso in fondo alla città ferita
tra quei resti c'era la mia vita

cadono (cosa rimane davvero) luna e sole
labbra senza più fiato ne parole
un ricordo una preghiera da stasera ricomincerò
ecco che rimane
cadono (cosa rimane di vero) stelle e cielo
occhi senza più sete ne futuro
la memoria la promessa da stasera ricomincerò
ecco che rimane

cosa rimane davvero intorno a noi quando l'orrore è sceso su tutto ormai
se odio o aiuto saranno la verità
lo scopriremo domani

cosa rimane di vero dentro di noi
l'inizio del giorno dopo ce lo dirà
non resta che una via il senno di poi
cosa rimane il domani (ad lib)
cadono luna e sole
labbra senza parole per voi
cadono cielo e stelle
occhi senza più sete per voi
uh uh ricomincerò
vivrò vivrò il domani
Andrea del Principe

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines