Acqua alta a Venezia


Ricordo Venezia

Venezia, un sasso
quattro salti al mare, poi
sprofondi nel mistero

eri entrata dalla mia finestra
come un'alba, dal fumo della notte
in un giorno passeggero

tu, io e l’odore del silenzio che galleggia
una carezza per un viaggio
da passare al cuore

oggi che ti guardo
carta consumata, vera
nella lacrima d’inchiostro

ricordo il tuo profumo
luce nella nebbia, quando
ancora ti respiravo vento.

~ Nunzio Buono ~

Commenti