Passa ai contenuti principali

Pasta e stracchino

Ieri sera mi è venuta la frenesia di preparare un piatto sostanzioso per la cena. Volevo fare uno dei miei soliti pasticci con quello che trovo di solito all’interno del frigorifero ma, mia moglie Carla, ha incominciato a chiedermi qualcosa di nuovo. Ho preso una serie di “cataloghi di ricette” e ho cercato di trovarvi qualcosa di nuovo. Alla fine, prendi un po’ da uno e prendi un po’ dall’altro ne è uscita questa ricetta. Ingredienti per 3 persone : 350 grammi di pasta; 300 grammi di stracchino; ½ noce di burro; ½ bicchiere di latte; 30 grammi di formaggio parmigiano; sale Ho preso una pentola, di quelle per la pastasciutta, e l’ho riempita per ¾ di acqua. L’ho messa sul fuoco e quando l’acqua ha incominciato a bollire ci ho aggiunto un cucchiaio di sale . Ho preso la pasta e l'ho versata nell’acqua bollente.Dopo circa 10 minuti di bollitura l'ho tolta e versata nello scolapasta. Ho preso una pirofila e l’ho imburrata adagiandovi sopra uno strato di psta, lo stracchino a tocchetti ed il sale. Ne sono usciti circa tre strati finendo con l’ultimo strato con lo stracchino e il parmigiano. Ho acceso il forno e ho portato la temperatura a 180°, ho dato una bagnata all’ultimo strato della pirofila con un bicchiere d latte è ho infornato per circa mezz’ora. A cottura ultimata, prima di servire ho lasciato riposare circa quindici minuti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines