Nessuno è illegale

Non deve essere reato vivere in un paese diverso da quello in cui si è nati ! Non si può diventare criminali il giorno del dicottesimo compleanno o finendo gli studi, solo per essere figlie e figli di persone nate altrove !. Non si pùò far dipendere il permesso di soggiorno dal contratto di lavoro...è un vero ricatto. Si costringono i migranti ad occupare il posto più basso nella gerarchia sociale e, nello stesso tempo, si mostra agli italiani che c'è qualcuno al di sotto di loro. Non si può respingere in mare, è criminale sostituire la legge del mare con provvedimenti che condannano le persone alla morte per fame, sete, annegamento. Non fanno sentire sicuro nessuno le telecamere, le ronde e l'esercito. Non si può costringere a rinunciare a farsi curare per la paura di essere denunciato, così si mette a repentaglio non solo la salute del singolo ma di tutti. Non può la scuola italiana, che fino ad ora è stata luogo di educazione alla conoscenza, diventare uno strumento che nega ai giovani stranieri qualsiasi prospettiva per il futuro e che insegna agli studenti italiani la paura del diverso e la difesa di un'identità nazionale o locale di chiara matrice razzista. Non si può negare alle madri sprovviste di documenti di non poter iscrivere i propri figli all'anagafre per il pericolo di vederseli portare via. NON SI PUO...NON SI PUO...NON SI PUO'.

Commenti