Passa ai contenuti principali

Uno sguardo dalla finestra

Il cielo è plumbeo…è ricoperto di nuvole grigie che a volte lasciano cadere la pioggia e da altre che sembrano soffice panna e che disegnano strane forme fantastiche. Altre ancora si frammentano nell’azzurro del cielo lasciando strisce semi-bianche che si allungano e si accorciano all’andare del vento. All’orizzonte, dove i tetti della case si vedono appena e dove il fumo esce da Porto Marghera ondeggia nel cielo e poi si disperde lontano, la dove tutto mi sfugge dagli occhi, le nuvole sono più scure e quasi malinconiche lasciano cadere ondate di pioggia. Appoggiando la guancia contro il vetro bagnato perché è appena piovuto, riesco a vedere il verde giardino ricoperto da una varietà di alberi e arbusti dalle mille tonalità. Pian piano le nuvole stanno scomparendo lasciando il cielo azzurro e facendo spazio al sole che ora stà brillando e facendo sentire tutto il suo immenso calore. Affacciato alla finestra più alta della casa riesco a vedere i vecchi tetti della città e in mezzo a tutto ciò svetta verso il cielo, come una vecchia signora molto elegante, il campanile della chiesa. E ancora alberi…davanti a me che vivono da molto tempo di fronte a casa mia e anche se appaiono un po’ scheletrici, per via della grande potata che hanno dovuto subire, splendono comunque con le loro foglie ancora lucide nel cielo sprigionando una gioia immensa. E così fermo davanti alla finestra contemplo osservando il cielo e guardando esterrefatto le meraviglie di questo mondo.

Commenti

  1. ...perchè la Natura è sempre la padrona del mondo!

    RispondiElimina
  2. E' certamente la padrona del mondo. Una padrona troppo buona che si stà lasciando circuire dqull'animale che prende il nome di uomo !

    RispondiElimina
  3. ..è bello guardare il cielo, si sogna , si fantastica, si vola .Si, quando mi fermo ad ammirare il cielo riesco a volare..e poi e poi quando interrompo torno sulla terra.
    Qui mi piace . Ciao Antonio

    RispondiElimina
  4. ReAnto Mi riallaccio ad un titolo di una canzone : " Il cielo è blu sopra le nuvole ".Il mondo è più buono visto da lassù. Ciao Renato

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines