Passa ai contenuti principali

Il Venezia nuovamente da solo in coda

Verona-Venezia 2-2 -Lega Pro 1 Divisione Girone A-
Buona prova degli arancioneroverdi al Bentegodi che purtroppo ben poco vale, almeno per l'immediato, per la classifica.
I ragazzi di Michele Serena riescono a strappare più che meritatamente un punto agli scaligeri, ma i risultati concomitanti lo riportano in ultima posizione, in ritardo di due lunghezze sulla zona playout ad appena due gare dalla conclusione del campionato. La partita la fà il Venezia proponendosi in continuazione, giocando bene la palla e non apparendo affatto a disagio in un campo difficile.
Esaltante la prova del team lagunare nella ripresa. Quando si trova in superiorità numerica per l'espulsione di Ceccato (Verona) in occasione del rigore del 2-2. Un vero proprio assedio all'area gialloblu interrotto solamente da qualche fuorigioco di troppo dei propri avanti. Tante azioni pericolose, moltissime opportunità di successo gettate con alla fine il brivido di perdere la partita. Dunque buonissima prova del Venezia a livello di intensità e di disposizione tattica. Un leggero passo avanti anche a livello caratteriale anche se la reazione immediata al momento dello svantaggio non c'è proprio stata.
Un punto a testa che serve a poco, spegne gli entusiasmi (playoff) ai gialloblu e non aiuta più di tanto gli arancioneroverdi.
Due gare alla fine dalle quali il Venezia dovrà ottenere due vittorie per sperare di agganciare i playout : il pareggio interno con la Sambenedettese peserà eneormente. Intanto domenica al Penzo arriva il Ravenna, secondo in classifica, in piena corsa per la serie B.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines