Ieri sera...c'era tempo: pioveva

Ieri sera, dopo aver continuato a preparare gli scatoloni per il trasloco, steso la biancheria tolta dalla lavatrice, lavato la pentola e i due piatti che ho utilizzato per mangiare una pasta peperoni e melanzane, mi sono ritrovato ad avere mezz’ora di tempo vuoto. Non è più libero dopo che da 14 mesi ho corso così tanto…è vuoto. Avevo però quella sensazione che frà poco ti accadrà qualcosa e perché è troppo strano, dopo tutto questo tempo, che ci sia una mezz’ora intera per te e il momento di andare a letto dove non devi far nulla. Ha dell’inquietante. Lo giuro. Così conti i minuti e pensi a come poter sfruttare questo tempo,e pensi e pensi tanto, finchè della mezz’ora non è che rimasto un misero quarto. E allora che fai in un quarto ? Poco o niente. Ripercorri all’indietro i fatti e le cose fatte, e quelle da fare…tante ! Cercando di capire se da qualche parte hai commesso un errore. Se c’è…dov’è…dove può essere ? Probabilmente di danni ne avrò fatti a bizzeffe ma, non li vedo. Quando si paleseranno ( perché prima o poi saltan tutti fuori ) allora saranno...”zii amari”.
Ho tutta la casa da pulire, quella dove stò ancora. C’è polvere e briciole un po’ dappertutto, per non contare poi il letto sempre sfatto, la spesa da fare…il frigo ha sempre quel sinistro eco di vuoto ogni volta che lo chiudo. Ecco come posso riempire questo vuoto di tempo, con l’apatia. Di quella ne ho a stufo. Ho corso e faticato tanto che ora mi sento vuoto. La notizia che la prossima settimana Federico,mio figlio, e Carla, mia moglie, si riavvicineranno mi lascia (per ora) quasi indifferente. Non ho ancora la forza mentale per sentirmi felice.
Felicità! Tanta ! e un po’ di agitazione dai ! Mica tanta…solo un pochino…come dice Federico. Poca poca …no eh ? Giusto per dare un pizzico di fervore all’attesa. La felicità arriverà la prossima settimana , immancabile. Forse addirittura domenica sera.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai