Passa ai contenuti principali

Al presidente del Consiglio

Sono un agente comunista (ex Kgb) e sono stato io per ordine del Politburo della Urss, sulla scorta degli insegnamenti di Marx, Lenin e Stalin, ad addestrare attricette e veline nell'arte dello sculettamento e dell'occhiata assassina, da inviarle e sedurlo. Con il solo e unico fine di demolire moralmente l'apostolo della libertà ("libero mercato"). Sono riuscito a piazzarle sulla groppa la migliore delle nostre compagne del Kgb proprio mentre si stava preparando a lanciarsi a fulgidi destini imperiali napoleonici. Sono riuscito a farle accettare come sue ministre delle bellissime figliole comuniste. Ma non basta ! Lei è caduto nel mio trabocchetto candidando uno stuolo di pezzi di nostre splendide ragazze marxiste alle elezioni. Ho allora ordinato alla nostra compagna Veronica di far la gelosa e di piantargli così la grana bestiale che avevo architettato. Purtroppo lei si è accorto di tutto e ora ha lanciato tutti i suoi fedelissimi trombettieri sui suoi giornali e sulle Tv che mi ha smascherato. E così ho fallito...e Lei regnerà in eterno.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines