Passa ai contenuti principali

Strane sensazioni

Ancora nubi grigie in cielo e pioggia. "Ea vien so a seci roversi" Piove sul bagnato stamattina.
Ci sono momenti che si riempiono di buchi…buchi ai quali non sai dare un nome o forse solo attribuirne un cognome di specie o sottospecie. Ti senti come stessi nuotando in mezzo al mare senza un punto di riferimento, ti senti vuoto. Vorresti appendere da qualche parte il tuo Io ma, non vi sono attaccapanni nelle vicinanze o giù di lì…
Insolito per una persona pseudo razionale come lo sono io, stare male senza giusta causa. Fare delle piccole pazzie che non avresti mai fatto.
Le sensazioni strane di me, le mie sottili tristezze. Eppure quel buco mi circonda e mi possiede in maniera più convulsa di un semplice stato d’animo.
Come una crepa che fuoriesce da un soffitto appena rifatto da una stantia soffitta, retaggio oscuro di chissà quale età…oppure semplice status quo !!!

Commenti

  1. condivido tutto quello che hai scritto, da un po' di giorni mi sento un buco nero al posto del cuore, galleggio in una boccia di vetro come un pesce rosso ma mi sento come dire fuor dall'acqua, e non passa.....

    RispondiElimina
  2. Forse è il tempo, forse è l'età, forse...forse. Stati d'animo contorti a cui non riesci a dare spiegazione. All'interno di te c'è qualcosa che ?

    RispondiElimina
  3. Ma ieri avevi il sole "dentro"! Ri-accendilo, perbacco! In Liguria, dopo 55 ore ininterrotte di pioggia oggi è tornato il sole: mi crea inquietudine, perchè mi istiga ad andare, a fare non so neanch'io che cosa... Invece la pioggia mi consente di stare tranquilla e di godermi la casa che abitualmente lascio vuota...

    RispondiElimina
  4. Anche qua piove e piove. Ho guardato ora il meteo e sono previste piogge anche domani.
    Mi sembra di non ricordare piu' il sole...
    Un saluto

    RispondiElimina
  5. Pia. E' vero ma purtroppo per me la notte, da solo, mi dà tristezza. La casa è troppo vuota da troppo tempo e il "tempo" non aiuta. Se c'è il sole in Ligura arrierà anche nel Veneto prima o poi.
    Suburbia. Questo tempo comincia a darmi fastidio. Ho bisogno del sole, altrimenti...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

E' l'addio

Cos'è quella sensazione che si prova quando ci si allontana in macchina dalle persone e le si vede recedere nella pianura fino a diventare macchioline e disperdersi? È il mondo troppo grande che ci sovrasta, è l'Addio. Ma intanto, ci si proietta in avanti verso una nuova, folle avventura sotto il cielo. Jack Kerouac