Passa ai contenuti principali

Si...ora ci crediamo

Venezia-Legnano 2-0 -Lega Pro 1^Divisione Girone A - (Recupero)
Un Venezia che non si vedeva da tempo. Concentrato,battagliero e perfino capace di fare gioco. Già al 6^ del primo tempo i lagunari si portano in vantaggio con gol di Lebran che sfrutta un'azione conseguente ad un calcio d'angolo calciato da Collauto. Alla mezz'ora raddoppio di drasceck e partita praticamente chiusa. Con questi tre punti gli uomini di Michele Serena conquistano la seconda vittoria consecutiva ma soprattutto, lasciano l'ultima osizione in classifica, ora occupata dalla Sambenedettese, salendo a quota 26. Il Legnano, apparso alquanto inconsistente rimane, invece a 30 punti nel bel mezzo della zona playout. Ora non bisogna mollare, anzi, se possibile, cercare di migliorare ulteriormente la classifica. Pensare che, senza la penalizzazione di quattro punti, la squadra sarebbe appaiata a pari punti (30) con il Legnano. Il prossimo turno 30esima di campionato, 19 Aprile propone quattro incontri salvezza :
Cesena(49)-Venezia(26)
Samb.(25)-Lecco(28)
Spal(44)-Legnano(30)
Lumezzane(40)-Pro Sesto(31)

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines