La goccia...che fà traboccare il vaso

C'è un aneddoto del grande Totò a proposito del titolo del post. Penso valga la pena raccontarlo. Un tale incontra casualmente Totò e, furibondo dopo una sfuriata di parole frammezzatre ripetutamente da un nome, comincia a dargli sonori schiaffoni, scambiandolo appunto per quel nome più volte ripetuto cioè : "Pasquale". Totò, per tutta risposta, scoppia in una irrefrenabile risata e malgrado l'energumeno continua, sempre con maggior vigoria, a schiaffeggiarlo, Totò insiste nella sua prorompente risata. Morale : Più schiaffi prende e più la risata è fragorosa tanto che l'aggressore, fisicamente distrutto dalla fatica, e sbigottito dalla sortita dello schiaffeggiato, se ne và frastornato mentre Totò continua a ridere. All'episodio è presente un carissimo amico di Totò che, molto preoccupato dalle tremende sberle subite dall'amico, non senza imbarazzo, l'apostrafa : "...ma perchè non hai reagito e stai tuttora ridendo ?" Totò, sempre ridendo a crepapelle, lo zittisce : "ma che me ne importa,...mica sono "Pasquale", io !"
E giù a ridere.

Commenti