Passa ai contenuti principali

Ancora sul terremoto in Abruzzo

Terremoto in Abruzzo, assieme alle ultime vittime comiciano ad emergere le prime responsabilità. E l'accusato numero uno è lui, il sisma: ha sorpreso tutti nel sonno, senza preavviso, nell'era della comunicazione globale, quando nessuno fà più uno sternuto enza anticiparlo con un video su Youtube o almeno con due righe su Facebook. Secondo il responsabile della Protezione civile Guido Bertolaso, lo "sciame sismico" che da due mesi interessava l'Abruzzo e le emissioni di radon segnalate dal laboratorio del Gran Sasso non bastano per parlare di catastrofe annunciata: "Non abbiamo tempo da perdere con i sistemi antiquati che si annunciano con tremolii e nuvolette di gas. Gli costava tanto mandare un sms ?" A dire la verità nei giorni scorsi la polizia abbbbbbruzzese aveva intercettato un'inquietante telefonata tra la faglia appenninica e quella adriatica: "Sono sconvolta da sommovimenti profondi, mi sa che nella notte fra domenica e lunedì provovcherò un terremoto a l'Aquila. Spero di non fari troppi danni" diceva una zolla, e l'altra: "Non preoccuparti, è zona notoriamente sismisca, gli edifici saranno stati messi in sicurezza da un pezzo !!!"

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines