Quel popolo alla Fiera di Roma e " Il banchetto"

L'Italia forse non ha mai conosciuto nella sua storia recente momenti così intensi. Alla Fiera di Roma finalmente un autentico tripudio dovuto all'impegno e al sacrificio.Migliaia di uomini impegnati da sempre a lottare per la crescita civile e per ideali elevati si sono finalmente incontrati. Hanno stabilito un patto d'acciaio sulla base di una filosofia granitica: il futuro della rinascita nazionale! Personalmente mi sono quasi commosso...Quasi! Avrei solo sostituito gli inni usati con uno senz'altro più consono e cioè "Il banchetto" della vecchia Premiata Forneria Marconi.

Ecco il testo:
Sire, maestà
riverenti come sempre siam tutti quà
sire, siamo noi
il poeta, l'assassino e sua santità
tutti fedeli amici tuoi
ah...Maestà
Prego, amici miei
lo sapete non so stare senza di voi
presto, sedetevi,
al banchetto attendavamo soltanto voi
sempre ogni giorno che verrà
finchè amore e pace regnerà.
Tutti sorridono
solo il popolo non ride,
ma lo si sà
sempre piagnucola
non gli và mai bene niente chissà perchè,
chissà perche ecc.ecc.
Perfetto!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai