Passa ai contenuti principali

Diritti alla vita: di chi ?

L'epidemia legata all'Hiv continua ad uccidere milioni di persone. In Africa, dove l'Aids costituisce una delle cause di morte più importanti per donne e bambini, più che nel resto del mondo. Gli studi epidemiologici dimostrano con chiarezza, d'altra parte, che la diffusione della malattia avviene ormai quasi solo per via sessuale e il Papa se ne va in Africa a chiedere, a chi si occupa della salute degli africani, di interrompere la distribuzione dei preservativi perchè i prewservativi, dice, non servono a prevenire la diffusione della malattia e perchè quello di cui ci sarebbe bisogno, secondo lui, in queste popolazioni a rischio, sarebbe "il rinnovamento spirituale della sessualità". Trionfalmente ripresa dai media di tutto il mondo (su Sky Active chiunque può ascoltare questo discorso assurdo in qualsiasi momento) lo slogan per cui il preservativo è inutile (o dannoso) diventa uno spot in difesa del virus e del suo diritto a lla vita. Da un essere umano all'altro da un embrione all'altro. Perchè anche così forse Benedetto XVI pensa di dover difendere "la vita".

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines