Passa ai contenuti principali

Al ministro Brunetta

Altro che "fannulloni" dedicato agli statali, egregio ministro. Per gli studenti ha scelto un termine ancora più simpatico: "Guerriglieri". Con questa sua "tipica" affermazione non ci vuole molto perchè le arrivi addosso una valanga di critiche dal mondo politico, da quello studentesco e perchè no, dalle forze di polizia. Spero proprio che, il ministro Gelmini, prenda le distanze da questa sua ennesima esternazione.
Additare genericamente come guerriglieri gli studenti, soffiando sul fuoco e fomentando gli animi è un atteggiamento irresponsabile dal quale nessun organo istituzionale può rendersi spettatore passivo.
Ma non contento del vespaio sollevato ha avuto il coraggio, aprofittando delle telecamere di Sky per rincarare la dose dicendo che, tali studenti, non avevano neanche la dignità dei guerriglieri che sono una cosa seria. Apostrofandoli di essere quattro ragazzotti in cerca di sensazioni violente che non rappresentano nessuno e che fanno perdere tempo alla polizia, che dovrebbe essere impegnate per cose ben più serie.
E proprio le forze dell'ordine, esimio ministro, chiamate in causa, lanciano un appello con il quale chiedono che i politici imparino a moderare i termini perchè le loro parole sopra le righe corrono il serio rischio di tradursi inevitabilmente in pietree molotov contro poliziotti e carabinieri, costretti a gestire situazioni sempre più difficili. Mediti signor Ministro !!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines