Al ministro Bossi


Non è neppure durata 6 mesi la buona intenzione di ridurre le tasse con la quale il centrodestra ha vinto le ultime elezioni politiche. E ora proprio Umberto Bossi, quello che da sempre ha il dente più avvelenato contro le tasse, chiede di ripristinare l'Ici, una delle imposte più odiate dagli italiani perchè và a colpire la prima abitazione frutto di risparmi e sacrifici di una vita.Non si può giustificare questo comportamento affermando che proprio l'Ici è una della poche tasse federaliste, di quelle che lasciano sul territorio i proventi. Uno dei pilastri del federalismo consiste nel mettere in diretta concorrenza le amministrazioni locali. Alcune, più brave, riescono a sopravvivere e a garantire i servizi con un'elevata pressione fiscale. Altre sono gestite da uomini meno abili e non ci riescono per cui alle elezioni, vengono bocciate, pena lo spopolamento e la migrazione verso città gestite meglio. Funziona così a livello cantonale in Svizzera, che è una confederazione, da secoli. In Italia si vuole ritornare a una situazione come quella precedente quando la pioggia di soldi arrivava copiosa su tutti indistintamente e chiunque era autorizzato a inventarsi le spese più assurde per scialaquare il più possibile. Cosa succede ? Come la mettiamo con Roma ladrona ?

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai