Berlusconi ha orrore di Di Pietro




Silvio Berlusconi afferma di avere orrore per Di Pietro. Davvero ?
Il suo orrore parte dall'inchiesta di Mani Pulite che scoprì un palazzo pieno di corruzioni nella politica italiana e che portò alla dissoluzione della Prima Repubblica.
Ma il suo orrore è talmente grande che Mister B. ha dimenticato, che nel momento di maggior successo di Tangentopoli, egli stesso propose la carica di ministro dell'interno al Di Pietro, accompagnadola con l'adesione compatta del proprio partito, Forza Italia.
A prova di ciò basterebbe consultare l'articolo apparso nel Corriere della Sera, del 24 Luglio 2004, dove veniva affermato da un noto giornalista che Berlusconi aveva proposto a Di Pietro il ministero dell'interno.
Forse un piccolo gioco da caimano ? Forse una geniale pensata per bloccare Tonino ?
Volendolo come ministro, mister B. voleva forse dare più credibilità al suo governo, incurante delle indagini perchè era innocente, oppure Berlusconi voleva esercitare un controllo sul magistrato più integerrimo del pool prima che scoprisse gli scheletri che mister B. stesso avevea nell'armadio.
Non lo sapremo mai, ma io, propendo molto per la seconda ipotesi.
Ecco dunque, Di Pietro si è preso il lusso di indagare su di lui fallendo comunque miseramente strada facendo a causa degli interventi legislativi che i vari governi presieduti da lui stesso (in veste di giocatore e arbitro nello stesso tempo) hanno adottato.

Commenti