Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2008

Buon fine settimana

Amici mieinon pensiamo al domanie cogliamo insiemequest'attimo della vitache trascorre.......KyyamBuon fine settimana da Errebi e Federico"azioni non parole"Ciao a tutti e arrivederci a Lunedì.

31/07/2008 . 6 mesi

Una stretta al cuore un saluto amaro, un addio ad una cara amica oggi ho venduto, penso la cosa più bella che aveva mio figlio Federico : la sua moto. E' una la storia che conoscete già, da quel famoso 31/01/2008 sono passati 6mesi, lunghissimi, interminabili e impegnatissimi. Tutto, purtroppo è nato dal quel giorno, tutto possiamo dire è morto da quel giorno. Soprattutto la gioia che provava Federico nel vedere, nel sentire la sua moto, nel cavalcarla e portarla per le strade del mondo. Strade che non lo hanno ricompensato a dovere ma castigato in maniera eccessiva. Comunque se ne è andata. E' partita questa sera per l'Abruzzo destinazione Vasto dove, con ogni probabilità rinascerà a nuova vita in versione pista. Federico non lo sà ancora e questo mi fà star più male ancora ma.............ho dovuto, mio malgrado, farla sparire. Mi hanno detto, che se ritornerà a vedere, la sua gioia, non doveva più vederla. Spero mi perdoni e se questo succederà sarà il più grande regalo che a…

Sport : le vittorie più belle

Velisti per caso A trasformare in fenomeno collettivo tenti eventi sportivi fu, a partire dagli Anni '80, soprattutto la televisione. Senza il piccolo schermo, per esempio, la Coppa America di vela, seguita in diretta nottetempo da milioni di nipotini di Colombo, non sarebbe diventata un caso mediatico. Gli italiani si riscoprirono un popolo di marinai nel 1983 grazie ad Azzurra, prima sfidante italiana nell'America's cup. Fù il primo passo che porterà ai successi del Moro di Venezia (1992) e di Luna Rossa (2000) nella Louis Vitton cup, la competizione che incorona il team destinato a sfidare il detentore dell'America's cup. Campioni d'audience Altra vera passione fu quella che, il 28 Febbraio 1988, tenne incollati agli schermi 24 milioni di italiani a guardare Alberto Tomba, 22 anni, vincere l'oro olimpico nello sallom speciale (un'altra prima volta per l'Italia). Per l'occasione la Rai interruppe persino il festival di Sanremo. Tomba lasciò le gare …

Berlusconi ha orrore di Di Pietro

Silvio Berlusconi afferma di avere orrore per Di Pietro. Davvero ? Il suo orrore parte dall'inchiesta di Mani Pulite che scoprì un palazzo pieno di corruzioni nella politica italiana e che portò alla dissoluzione della Prima Repubblica. Ma il suo orrore è talmente grande che Mister B. ha dimenticato, che nel momento di maggior successo di Tangentopoli, egli stesso propose la carica di ministro dell'interno al Di Pietro, accompagnadola con l'adesione compatta del proprio partito, Forza Italia. A prova di ciò basterebbe consultare l'articolo apparso nel Corriere della Sera, del 24 Luglio 2004, dove veniva affermato da un noto giornalista che Berlusconi aveva proposto a Di Pietro il ministero dell'interno. Forse un piccolo gioco da caimano ? Forse una geniale pensata per bloccare Tonino ? Volendolo come ministro, mister B. voleva forse dare più credibilità al suo governo, incurante delle indagini perchè era innocente, oppure Berlusconi voleva esercitare un controllo sul m…

Lodo Alfano : Di Pietro deposita testo per referendum

E così l'onorevole Di Pietro e l' Idv hanno presentato alla Corte di Cassazione la richiesta per avviare le procedure per indire un referendum abrogativo del lodo Alfano. Di Pietro ha chiesto anche al Pd di avviare insieme al proprio partito la raccolte delle firme necessarie per poter effetture il referendum abrogativo. Una risposta postiva è arrivata da Arturo Parisi che ha espresso il proprio plauso all'iniziativa affermando di voler porre la propria firma alla richiesta ramarricandosi che l'iniziativa non sia partita del proprio partito. La maggioranza non si preoccupa molto dell'iniziativa di Tonino che dicono sia una decisone presa autonomamente dallo stesso Di Pietro. Comunque aspettiamo prima la valutazione della Corte Costituzionale, che spero positiva, e poi eventualmente quella del popolo italiano a cui, naturalmente, io darò il mio contributo. Per finire lasciatemo dire : il lodo Alfano è una legge palesemente immorale.

Raccolta di buon umore

"Ha pane di ieri ?" Certo..." "Bravo stronzo: poteva farne di meno". Anonimo
Non date mai via il culo a chi non lo sa apprezzare. Detto popolare
Se Berlusconi avesse le tette farebbe anche l'annunciatrice Enzo Biagi
Non usate mi preservati neri. il nero snellisce un casino! Gianni Palladino
Capisci che stai invecchiando quando le candelini costano più della torta Bob Hope
Con la crescita zero il Paese invecchia. Tra un pò avremo un pensionato a carico di ogni disoccupato Errebi

L'insostenibile leggerezza dell'essere

Milan Kundera scrisse il romanzo L’insostenibile leggerezza dell’essere nel 1982 e lo pubblicò in Francia per la prima volta nel 1984. E’ senza dubbio il più conosciuto e amato dello scrittore boemo. Il luogo in cui le vicende si svolgono è la Praga di fine anni sessanta nel periodo che va tra la cosiddetta Primavera e l’invasione dell’Unione Sovietica. Tomas è un chirurgo che dedica la sua vita al lavoro e alle donne. Con loro preferisce intrattenere amicizie erotiche, libere e indipendenti piuttosto che creare legami forti, complicati e inevitabilmente soffocanti.

Proprio perché conscio della differenza, anche minima, che rende unica ogni donna, ne colleziona una dopo l’altra. Tereza è invece alla ricerca dell’amore, alla ricerca dell’unico uomo con il quale vorrebbe condividere la sua vita. E’ una donna in fuga; fugge dalla famiglia, in particolare dalla madre e dai problemi che fino a quel momento l’hanno assillata. Durante la sua fuga incontra Tomas e tra i due nasce un legame sentim…

Silvio fa la sua parte, la sinistra fighetta no

Il Silvio non è il demonio. E' un camaleonte, e costituisce nel bene e nel male la vera novità politica, oltre alla Lega, degli ultimi 14anni. Il resto dello scenario politico è stato costituito solo da attori autoreferenziali. Quanto stà avvenendo è un cambiamento sul quale bisogna investire. Il camaleonte potrebbe essere entrato in un nuovo scenario: ha risolto tutte le sue vicende amministrative e giudiziarie e oggi vuol essere ricordato come l'uomo della svolta. Per quanto riguarda la sinistra, conviene tirare una bella riga e ripartire da zero. Di certo con questi dirigenti, fighettoni e bellocci non si va da nessuna parte. Fidarsi ? Certo che no. Ma, ahimè, non è questo il punto. Purtroppo, infatti, il dialogo, sembra partire con il piede sbagliato, e paradossalmente per responsabilità più di aVeltroni che di Berlusconi. Cosa c'entra con "le riforme di cui il Pese ha bisogno" la proposta di introdurre per le elezioni europee una soglia di sbarramento ? Sorge i…

La voglia di vivere

Bimbo sulla spiaggia bimbo di fronte al mare con quelle gambe sottili dove vuoi andare? Uccellino che non sai volare uccellino sopra il mondo a cosa stai pensando non sai nemmeno che è tondo! Allora gira, gira in tondo che questo mondo è il tuo quartiere a un'ora di volo c'è la guerra anche se qui c'è gente dal barbiere E gira, gira in tondo anche per me che ti sto a guardare e che mi trovo confuso a guardarti e poi a sperare... Che la voglia di vivere non ti possa mancare la santa voglia di vivere ti faccia sempre sognare ti porti molto più in alto più in alto del tuo aquilone la santa voglia di vivere... Bimbo sulla spiaggia chissà se un tuo pensiero potrà pulire anche l'acqua e un tuo sogno diventare vero Se il poco che sei sarà coraggio il coraggio diventa fantasia come il calore della tua bocca su un'altra bocca qualunque sia... Allora gira vagabondo tra le case del tuo quartiere per tutti quelli che ti stanno intorno e anche per me che posso solo sperare... Che la voglia di vive…

Sport: le vittorie più belle

Sogni azzurri
Sempre la Gazzetta dello Sport, che aveva saputo fare del ciclismo un fenomeno di massa, tenne a battesimo una nuova disciplina in azzurro: lo sci. Nel 1974 fu infatti il quotidiano sportivo a coniare il termine "valanga azzurra" per celebrare l'eccezionale successo ottenuto dai nostri sciatori nello slalom gigante di Berchtesgaden, in Germania : Gross, Thoeni, Stricker, Schalmz e Pietrogiovanna si classificarono ai primi cinque posti, un impresa mai riuscita a nessun'altra nazione. Lo sci, fino ad allora spot d'elite, divenne un fenomeno popolare. Qualche anno più tardi fù la volta del tennis. Nel 1976 l'Italia di Barazzutti e Panatta, capitanata dall'ex campione Nicola Pietrangeli, vinse la sua prima e unica Coppa Davis, accendendo il tifo e una passione fino ad allora sconosciuta per questo sport. Fù una finale sommersa dalle polemiche, che mischiarono la cronaca sportiva con la politica: l'Italia vinse grazie al forfait dell'Unione So…

Buon fine settimana

Il Buddha sorridente ornato di fiori mi ha messo allegria. Volevo regalarne un po' anche a voi. Buon fine settimana amici, via tutto , pensieri e stress, state bene, svagatevi, ritrovate il gusto dello stare insieme. Insomma, rinascete, riprendetevi la vostra vita. Quindi, visto che io ho da stasera ho il mio appuntamento fisso con mio figlio FEDERICO al centro di riabilitazione di Venezia Lido "San Camillo" e che fino a Lunedì non potrò postare vi invio un saluto ora, visto che non ci riuscirò poi. Buon fine settimana e godetevi la vita.

Ci sono i fannulloni e c'è chi li copre

Il nostro caro ministro della funzione pubblica sbandiera con molto compiacimento che stanerà i fannulloni dalla pubblica amministrazione., che stanerà gli assenteisti cioè i malati immaginari decurtando loro lo stipendio nei primi dieci giorni di malattia. Questo provvedimento penalizza chi purtroppo non finge di star male e che oltre al danno deve subire la beffa di aver meno soldi a disposizione per l'acquisto già oneroso di medicine e ticket per la diagnostica. Forse il caro ministro non ha ancora letto i contratti di lavoro del pubblico impiego. Il pubblico impiego è da anni che subisce il decurtamento dello stipendio per assenza da malattia, anzi proprio questa regola ha fatto sì che il dipendente pubblico prolungasse la stessa perchè superando tale periodo arrivava a percepire lo stipendio intero. Pertanto caro ministro invece di toccare le tasche a chi è veramente ammalato, vada a colpire i veri assenteisti, cioè chi grazie al medico compiacente riesce a starsene a casa per m…

Sport: le vittorie più belle

Il dopoguerra
Gli italiani, nel dopoguerra,tornarono però al loro primo amore: il ciclismo. Nel 1946 Gino Bartali ottenne il suo terzo trionfo al Giro d'Italia. Erano gli anni delle sfide con Fausto Coppi, che attraverso la stampa e le radiocronache trasmettevano un'immagine dello sport fatto di fatica, agonismo e lealtà: valori assunti dalla celebre foto dei due campioni che si passano una borraccia, scattata al Tour del 1952. Nel 1949 Coppi regalò all'Italia una storica "doppietta" vincendo Giro e Tour nella stessa stagione. L'anno precedente, invece, a trionfare in Francia era stato Bartali, negli stessi giorni all'attentato al leader comunista Palmiro Togliatti; una vittoria che servì a unire gli animi di un' Italia vicina alla guerra civile. Ai campionissimi delle due ruote si aggiunsero presto quelli motorizzati. Da Nino Farina, vincitore nel 1950 del primo mondiale di formula 1 sull'Alfa Romeo, ad Alberto Ascari, trionfatore con la Ferrari nel …

Quadrilatero.........verde a Mestre

Se Milano ha il suo quadrilatero della moda, Mestre ora ha il suo quadrilatero... verde. Almeno dal punto di vista della ristorazione, perché dopo Dall'Amelia, hanno aderito al network dei Ristoranti Verdi anche Trattoria Valsugana, Baccalà Divino, Ristorante Al Parco dei Pini, ovvero gli altri tre componenti della quadruplice Rotonda dei Sapori mestrina. I quali, dunque, hanno deciso di seguire le orme della famiglia Boscarato, e delle altre decine di locali sparsi tra Italia e Germania in cui ai clienti viene offerto un nuovo tipo di menu: non più solo quello tradizionale, della casa, ma accanto a questo anche una lista di piatti pensata apposta per vegetariani e vegani. Sulla presenza di queste speciali proposte, e per la qualità dei prodotti, garantisce Ristoranti Verdi, progetto in costante espansione che dà l'opportunità ai proprietari dei pubblici esercizi di sfruttare un nuovo business basato su un potenziale di sei milioni di clienti, tanti sono i vegetariani oggi nell…

Sport: le vittorie più belle

Prima parte : - Prima della seconda guerra mondiale - Sogni Azzurri "Dopo di aver seguita la nuova gloria del ciclismo italiano e creata la sua rinomanza, la gazzetta dello sport indice per la prossima primavera in primo Giro d'Italia": lo stile tradisce l'età di questa notizia, pubblicata sulla prima pagina del quotidiano rosa il 24 agosto 1908. Nasceva così il Giro d'Italia (3mila km 2 25mila lire in palio) e lo sport italiano entrava nell'era della comunicazione. Ben prima che la radio e la televisione cominciassero a raccontare le imprese degli Azzurri, gli italiani affollavano le strade per incitari i corridori. Fù infatti il ciclismo, e non il calcio, a diventare il nostro primo rito sportivo collettivo. Fù il fascismo a far scoprire lo sport agli italiani, anche se con scopi propagandistici. Nel 1924, dopo oltre vent'anni di tentativi, per la prima volta un ciclista italiano, Ottavio Bottecchia, vince il Tour de France. Nel giugno del 1933 il pugile fri…

Buon fine settimana

Visto che fino a Lunedì non potrò essere con Voi ( da domani sono al Lido di Venezia - San Camillo - con mio figlio Federico ) ci tenevo ad AugurarVi un buon fine settimana. Un abbraccio a tutti Voi

Basta una canzone

Ascoltare una canzone e perdersi tra quelle note....
Vengo catturato e non sò nemmeno perchè...
L'ascolti una volta e poi ancora e ancora e ancora senza mai stancarmi....
Sogno. Ci credo perdendomi tra quelle note.
Chiudo gli occhi e penso
perchè tutto è successo
perche le cose prendono strade così assurde a volte
poi basta riaprir gli occhi
e guardi la realtà
e ti accorgi di quel sguardo nuovo
che ascolta le tue stesse note
che si lascia trasportare assieme a me...
C'è sempre una canzone
c'è sempre un perchè delle cose
solo che non sò darmi spiegazione
e allora apri gli occhi
e guarda
(dedicata a mio figlio Federico)

L'ultimo alpino

E' morto lo scorso 12 Marzo all'età di 110 anni Lazzaro Ponticelli, cavaliere di Vittorio Veneto e uno degli ultimi veterani della Prima guerra mondiale. " Ai miei compagni dicevo: se muoio penserete a me". Con queste parole lo scorso anno aveva raccontato la solidarietà tra soldati nei concitati momenti della battaglia. Quando fu chiamato al fronte era solo un ragazzo. Da allora sono passati più di 100 anni di una vita intensa che l’ha visto strillone di giornali, soldato, industriale e grande vecchio. Ora l’emigrato piacentino che era rimasto l’ultimo sopravvissuto francese della Grande Guerra, riposa a Kremlin-Bicêtre, vicino Parigi.

Aiuto c'è un mostro a Firenze

Francesco Calamandrei, l'ex farmacista di San Casciano, è accusato di essere la mente del "mostro di Firenze". Il mandante di almeno quattro omicidi attribuiti al maniaco toscano, per il quale l'accusa ha chiesto l'ergastolo. Il mostro colpiva le coppiette che si appartavano nelle campagne intorno a Firenze, sorprendendole nel buio. Il primo duplice omicidio attribuitogli fù commesso il 21 agosto 1968. Solo il 30 ottobre 1991 Pacciani ( nel frattempo recluso per violenza carnale sulle figlie ) ricevette un avviso di garanzia per i delitti del mostro. Partirono le perquisizioni, che portarono al ritrovamento di alcuni oggetti : foglietti con numeri di targhe, una cartuccia calibro 22 con cui fù commesso il primo omicidio e alcuni oggetti di origine tedesca, forse appartenuti ai ragazzi Wilhelm Meyer e Uwe Rusch, uccisi nel 1983, forse in quel caso il Pacciani era stato tratto in inganno dal fatto che uno dei due aveva i capelli lunghi e biondi Non si trovò la pistola, …

Ronaldinho day.

Lasceremo andare Ronaldinho alle Olimpiadi perché ci sono suoi impegni precedentemente contratti che noi intendiamo rispettare". Così l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani giustifica il permesso concesso al brasiliano di raggiungere la Selecao per Pechino in qualità di fuoriquota, mentre al suo connazionale Kakà e all'azzurro Bonera è stato detto di no. Galliani ha osservato anche che Ronaldinho non è ancora formalmente del Milan, quindi non sarebbe nemmeno legittimo un potere di interdizione da parte della società. "Fosse stato un nostro giocatore - ha chiosato Galliani - non lo avremmo mandato, come è successo con Kakà e Bonera". Ronaldhino potrebbe raggiungere i suoi connazionali già il 22 luglio nel loro raduno di Ginevra.
Nel giorno di Ronaldinho, l'ad del Milan Adriano Galliani fissa l'obiettivo per la prossima stagione. "Possiamo tranquillamente dire che sarà di giocare per vincere lo scudetto fino all'ultima giornata". &…

Ronaldinho-Milan è fatta. Stasera Galliani sbarca col brasiliano

È praticamente tutto fatto per il trasferimento di Ronaldinho al Milan. L'accordo è stato trovato per una cifra attorno ai 20 milioni di euro. Tra pochi minuti Galliani e Laporta definiranno il tutto. In serata il vicepresidente del Milan rientrerà a Milano con il giocatore, che domani sarà presentato

Mestre scomparsa

Il fiume sulla destra è ora interrato. Per portarlo alla luce, se non sbaglio, si parlò anche di colorare l'asfalto di azzurro.










L' attuale Piazza Ferretto ora completamente pedonale senza tram







Nell'immaginario collettivo Mestre è sinonimo della peggiore espressione di città. Mestre è invece una città come tante altre, con tutti i pregi e i difetti di una città, dove quel poco di "vecchio" e "storico" è stato inghiottito e anche "digerito" dal nuovo, dal cemento, dai palazzoni. Forse è una città brutta, ma allora sono brutte tutte le città. Forse si confonde Mestre con Marghera, anzi con il polo industriale di Marghera. Forse si confonde Mestre con la tangenziale, il vero incubo della viabilità italiana

La televisione che non c'è più

1955- La posta di padre Mariano - vero miracolo televiso 1955 - Lascia o raddoppia - , primo quiz del piccolo schermo 1956 - L'amico degli animali - 1957 Inizia l'appuntamento con - Carosello - 1957 - Il Musichiere - 1959 - Uno, due, tre - con Vianello e Tognazzi : nasce il varietà 1960 - Il maestro di - Non è mai troppo tardi -, Alberto Manzi 1964 - Gigliola Cinquetti canta - Non ho l'età - a Sanremo 1964 - Tribuna Politica - condotta da Jader Jacobelli 1965 - Sfida a squadre in TV con - Giochi senza Frontiere - 1965 Nanni Loy con - Specchio Segreto - 1968 - I 44 gatti dello - Zecchino d'oro - nato nel 1959 1968 Il colonello Bernacca inventa il - Meteo in TV - 1969 Tito Stagno segue in studio lo sbarco sulla Luna 1970 Giuliana Longari la "signora" - Rischiatutto - 1970 - 90° Minuto - il calcio in sintesi di Paolo Valenti 1970 Il tuca tuca (e l'ombelico) della Carrà a - Canzonissima - 1973 - Dove stà Zazà - con Gabriella Ferri 1976 Corrado inventa - Domenica In - 1977 Pubbl…

Meraviglioso

Dopo 163 giorni FEDERICO ha incominciato a scrivere !!!!!! E non solo ha chiesto di andare al gabinetto!!!!. E' successo tutto molto semplicemente e sorprendemente. Sabato pomeriggio ero con lui in sala TV ad un certo punto ho fatto un tentativo senza avere la certezza di riuscirci. Ho preso carta e penna le ho posate sopra il tavolo e ho detto a Federico : " Vuoi scrivere ? " "Si" mi ha risposto. Mi sono seduto accanto a Lui e gli ho chiesto : "Cosa vuoi scrivere ?" "Dimmi tu" mi ha risposto. Con mia grande sorpresa, nonostante ancora non ci veda, suggerendogli alcuni nomi, ha incominciato a scriverli in calligrafia corretta e leggibile. E' stato un successo !!!!!!!. Il giorno dopo ci ho riprovato e Lui nuovamente ha scritto altri nomi sempre perfettamente leggibili e grammaticamente corretti. Questa mattina ho chiamato mentre ero in ferry boat per andare al lavoro e con mia grande sorpresa era seduto in gabinetto dopo averlo richiesto i…

Buon fine settimana

Augurando Buon fine settimana a tutti............ vi regalo un pensiero sperando di donarvi un attimo di serenità, ci si risente Lunedì
C'era una volta una bella ragazza di nome Aurora, una ragazza allegra sempre sorridente anche quando non lo era,viveva in una casetta piccola piccola, circondata da un piccolo pezzetto di terra, curatissimo e la gente che passava diceva: che bello!!. Ogni giorno lottava contro il vento, rimettendo sempre le piante a posto, ogni mattina era li' a incontrare il primo raggio di sole. La vita, come il vento, non sono mai stati generosi con lei, ogni volta si rialzava sempre piu' forte, dato che entrambi pensarono: è dura la ragazza!! Ogni imprevisto lo affrontava sorridendo, tenendo stretto quel raggio di sole al petto. Mora di carnagione, alta, e bella, ma di un bello che è silenzio, perche' le parole rovinano tutto, orgogliosa e generosa all'inverosimile, sapeva farsi anche rispettare in quel caldo e piccolo paese, dove la gente apre la …

VIta

Ci è dato nascere,
ma non c’è un perché;
ci è dato vivere,
per rispondere a molti perché;
ci è dato sognare,
per cercare nuovi perché;
ci è dato amare
per illuderci di aver trovato;
ci è dato morire
per capire che il tempo ci ha ingannati. Errebi

Blocca processi

Eccovi la lista dei reati sospesi dalla nuova legge "blocca processi" votata dal Senato della Repubblica. State tranquilli però, adesso ci sarà l'esercito nelle strade per la sicurezza, e la privacy non sarà lesa perchè non si potrà più intercettare quasi nessuno, criminali compresi .Possiamo dire di essere il paese della SICUREZZA DELLA PENA.




A
Aborto clandestino
Abuso d'ufficio
Adulterazione di sostanze alimentari
Associazione per delinquere
B
Bancarotta fraudolenta
C
Calunnia
Circonvenzione di incapace
Corruzione
Corruzione giudiziaria- è quella per cui Ms B ha fatto questo decreto -
D
Detenzione di documenti falsi per l'espatrio
Detenzione di materiale pedo-pornografico
E
Estorsione
F
Fasificazione di documenti pubblici
Frodi fiscali
Furto con strappo
I
Immigrazione clandestina ( pensate dopo tutte le menate che fanno con la storia dell'immigrazione clandestina , adesso sospendono i processi )
M
Maltrattamenti in famiglia
Molestie
O
Omicidio colposo per colpa medica
Omicidio colposo …

Tonino spara addosso a Silvio ma colpisce Walter

Lasciatemi esternare il mio disappunto , hanno riempito piazza Navona dell'antiberlusconismo più intrasigente e più viscerale partorendo un'anomalia tutta italiana, un altro mostro, un bipolarismo privo di destra e di sinistra, rappresentato da due figure venute da mondi extrapolitici: Berlusconi l'imprenditore e Di Pietro il pm. Tutto il resto stà nel mezzo: da quel che resta della sinistra e della destra, alla Lega, all'Udc e al Pd. La discesa in piazza dei girotondini ha coronato la leadership di Di Pietro dell'antiberlusconismo e ha spiazzato il Pd Veltroniano, schiacciato tra Casini e Tonino. Venti, forse trentamila sono scesi in piazza perchè, dice il leader dell'Italia dei Valori, "quando c'è emergenza democratica come adesso si sta al fronte, non si scappa". Perchè "siamo di fronte a una nuova P2. Anzi macchè nuova, sono sempre quelli e ora hanno occupato le istituzioni. Ambedue figli della mezza rivoluzione italiana del '92-'93 h…

Cento anni dell'Excelsior

La storia dell'Excelsior e sicuramente del Lido che conosciamo ancora oggi, si deve ad un imprenditore, Nicolò Spada, che un bel giorno, agli inizi del '900, girando in laguna a bordo della sua barca a motore, si inoltrò all'interno di un canale semi interrato nei pressi dell'antico "Forte delle Quattro Fontane". Con un colpo d'occhio tipico di un uomo anticipatore dei tempi e per di più, importante finanziere, intuisce che quel luogo è adatto alla costruzione di un grande albergo. La realizzazione del progetto si concretizza coinvolgendo finanziatori veneziani, quindi facendo nascere la "Società degli Alberghi". Si da inizio ai lavori di costruzione della gigantesca struttura, nei mesi che chiudono il 1906 terminando nella primavera del 1908. Si unirà al progetto anche in conte Volpi di Misurata portando in dote la sua potente "Venice Hotel", dando così vita alla "Compagnia Italiana Grandi Alberghi", meglio conosciuta come C.I.G…

Craxberlusca

Redentore

Una pioggia di fuochi che non ha eguale. Uno spettacolo da mille e una notte che già dal pomeriggio della vigilia riempie il bacino di San Marco di imbarcazioni addobbate, come vuole la tradizione, con fiori, luci,frasche. Il Redentore, una festa vissuta con partecipazione e gioia da tutti i veneziani, è per i turisti uno spettacolo unico e indimenticabile. Le sue origini risalgono al giugno del 1575 allorchè in città, ancora una volta riapparve la peste. A diffonderla era stato probabilmente un viaggiatore giunto da Trento dove il morbo già infuriava. Nonostante le misure di sicurezza approntete dal Magistrato alla Sanità, l'epidemia si diffuse con inaudita violenza. Inutile l'intervento di due professori dell'Università di Padova, la chiusura dei Sestieri, il tentativo di purificare l'aria bruciando durante la notte piante di ginepro. In circa due anni morirono più di 50mila persone: tra esse anche Tiziano. Le ricette della tradizione Il fascino della "notte famos…

Quale futuro ?

Sono ormai 2mesi poco più che Federico si trova al centro di riabilitazione psico-motoria dell'Istituto San Camillo degli Alberoni. In questo periodo ha fatto passi da gigante pensando a quello che ci avevano detto all'ospedale Umbero I° di Mestre . "Non parlerà, Non vi riconoscerà, Rimarrà deficiente e così via. Lui invece riconosce tutti, chiamandoci pure per nome, parla anche se con qualche difficoltà, è riuscito persino ad alzarsi in piedi, chiaramente aiutato, mangia normalmente anche se aiutato. Ha lo stimolo per andare al gabinetto ma, non può farlo, perchè ancora non è pronto fisicamente, ma..............Basta una piccola interruzione, un problema qualsiasi e l'angoscia, la paura ritorna.Sono consapevole che la situazione non è certamente facile e che davanti a noi, mia moglie ed io, ci aspetta un cammino difficile e impervio ma............qualsiasi intoppo, qualsiasi crisi, qualsiasi difficoltà che Federico ha è una spina nel fianco che ti fà cadere tutte le …

Tre crimini efferati

Il ladro di bambini dal viso d'angelo
Per ovvie ragioni i delitti che coinvolgono bambini fanno grande presa sull'opinione pubblica: un vero tam-tam mediatico poi si attiva quando spuntano parole come "pedofilia" e "mostro". Fù il caso di Foligno allorchè, nel 1992, la cittadina umbra sprofondò nell'incubo: "In ottobre sparì un bambino di 4 anni, Simone Alegretti; si creò l'emergenza maniaco e mezza Italia giornalistica invase la cittadina e la "occupò" per circa un mese. Il piccolo Simone fù ritrovato cadavere ad appena due giorni dalla scomparsa: era stato strangolato. La polizia, sulle tracce dell"orco", diede credito alle parole di uno dei tanti mitomani, Stefano Spilotros, che si accusò del delitto. Per 11 giorni sostenne tutti gli interrogatori finchè non crollò di fronte alle sue stesse contraddizioni. Undici giorni che fecero completamente deragliare le indagini. Improvvisamente il circo mediatico sbaraccò e la morte del…

Tre crimini efferati

Lo spettacolo della morte La belva di San Gregorio, al secolo Rina Fort, è passata alla storia del crimine per aver massacrato a sprangate Franca Pappalardo e i suuoi tre figli nel loro appartamento al civico 40 di via San Gregoria, nella zona di Porta Venezia a Milano, un dedalo di vie popolari costellato da piccole attivtà e botteghe, quasi tutti immigrati dal Sud Italia. Era il 30 novembre 1946 e la nazione si stava preparando a passare il suo secondo Natale del dopoguerra. Caterina Fort, per tutti Rina, aveva 31 anni ed era una forza della natura, anche se non uno schianto. Rina era originaria di Budoia, paesino della provincia di Pordenone, e aveva cercato fortuna nella capitale meneghina. Del Giuseppe Ricciardi, immigrato dalla Sicilia e proprietario di una merceria era diventata l'amante, un menage perfetto, interrotto però dalla moglie del Ricciardi, che aveva subodorato la tresca ed era arrivata in città con armi, bagagli, tre figli e una richiesta precisa: l'altra doveva…