Passa ai contenuti principali

Vigilia di Italia-Francia, sfida infinita


MILANO, 16 giugno 2008 - Francia e Italia sembra un’eterna rivincita, dopo il nostro successo nel Mondiale 2006. Anche stavolta sarà come una finale, la differenza, come noto a tutti, è che sia azzurri che francesi non potranno contare solamente sulle proprie forze per essere sicuri di nella qualificazione. Nella fase finale degli Europei le due squadre si sono incontrate solo una volta, nel 2000, in finale: Italia avanti con Delvecchio e in vantaggio fino al 90’. Poi nel recupero il pareggio di Wiltord e ai supplementari il golden gol di Trezeguet, che ha chiuso la gara sul 2-1 consegnando il titolo continentale ai transalpini.
SFIDA INFINITA - I precedenti nella fasi finale di una grande manifestazione diventano sei se includiamo anche le sfide dei Mondiali: il bilancio è di assoluta parità con due vittorie Italia, due pareggi e due successi per la Francia. La vittoria più recente ci riporta al 2 giugno 1978, con lo splendido successo azzurro in rimonta per 2-1 nei mondiali giocati in Argentina. Questa è anche l’ultima vittoria degli azzurri sulla Francia in assoluto. Da allora le due squadre si sono incontrate altre 9 volte e il bilancio parla assolutamente a favore della Francia: per noi cinque sconfitte e quattro pareggi, con un successo per uno ai rigori dopo la disputa dei supplementari, con la Francia vittoriosa nei quarti di finale dei mondiali in Francia nel 1998, poi vinti dai transalpini, mentre il nostro precedente è ovviamente legato alla notte di Berlino, al Mondiale di Germania 2006.
INTRECCI E RICORDI - Ai fini della qualificazione ai quarti di finale di questo europeo, all’Italia potrebbe bastare anche pareggiare, ammesso che l’Olanda superi la Romania. In questo casa, ci basterebbe un pari con gol, per una migliore differenza reti negli scontri diretti tra Italia, Francia e Romania. Se i romeni perdessero invece con 3 gol di scarto, ci potrebbe bastare uno 0-0. Solo quattro volte su 35 la partita è finita senza reti, la più recente lo scorso 8 settembre nelle qualificazioni alla fase finale proprio di questo europeo. L’altro è sempre riferito ai quarti di finale del Mondiale di Francia ’98. Il risultato più frequente tra le due formazioni è il 2-1: si è verificato 7 volte, 5 in nostro favore e 2 in favore della Francia. Le due squadre si sono incontrate 5 volte in giugno: siamo in vantaggio con tre vittorie, contro un pareggio ed una sconfitta. Sono invece tre le precedenti sfide di martedì e non è mai finita in parità: una vittoria dell’Italia e 2 francesi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines