Passa ai contenuti principali

Quelli della notte










Ripartiamo dal quinto mini post e dalla diffusione dell'illuminazione pubblica, lasciandoci alle spalle Jack lo Squartatore

5° MINI POST

E luce fù
La diffusione dell'illuminazione pubblica, a partire dalla seconda metà del '700, rese meno pericolese le vie cittadine e convertì i guardiani notturni in accenditore di lampade. Nella Milano asburgica, dove i primi lampioni a petrolio furono installati intorno al 1785, esisteva un reparto apposito di operai (chiamati lampadèe) addetti all'accensione e allo spegnimento delle lampade, oltre che alla loro manutenzione periodica. Resteranno in servizio per oltre un secolo. Prima passati alle lampade a gas e poi mandati in pensione dall'elettricità, gli accenditori pubblici tornarono in auge per qualche tempo nel secondo dopoguerra, nelle città devastate dai bombardamenti.
Errebi (Fine del 5^ Mini Post. Arrivederci a domani)

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines