Il governo del messia





Berlusconi comanda non sà governare. Tutti i suoi precedenti "governi" hanno portato una più crescente povertà e sfiducia tra la maggiornaza degli italiani, aumentando la ricchezza ai benestanti e ai "super-ricchi".
Berlusconi ha tolto la libertà d’espressione e di parola ai cittadini italiani e ai politici poichè non possiedono televisioni private come le aveva e le ha lui.
Con le sue televisioni ha imposto e impone le sue idee liberiste e affaristiche, soffocando le idee dei liberi cittadini e le proposte degli altri politici che si oppongono alla sua ideologia.
Gli italiani hanno subito una guerra che ha provocato anche morti nell’esercito inviato in Iraq.
Non dobbiamo dimenticare i nostri carabinieri morti a Nassyria e non si deve dimenticare la morte di Nicola Calipari, morto per salvare la vita alla giornalista Giuliana Sgrena.







Ufficiali e soldati morti per una guerra non nostra, ma voluta e imposta da Berlusconi per simpatizzarsi la volonta di Bush di deporre una dittatura ed instaurare una democrazia non richiesta in uno Stato tirannico, ma legittimo, anche se Saddam praticamente era un dittatore sanguinario e liberticida.
Berlusconi insulta gli altri partiti politici, disprezza il popolo italiano, fà promesse mai mantenute, accusa gli altri di appartenere al più bieco comunismo, affermando che erano gli altri ad offendere lui, ribaltando la verità, mentre era lui a capovolgere la realtà.
Berlusconi ha emanato molte leggi ad personam e molte leggi ad partitum, per favorire e compiacere gli altri partiti della sua coalizione governativa, di cui è il leader indiscusso e indiscutibile.
Ha manovrato e licenziato uomini politici della sua alleanza governativa pur di finire la legislatura e poter proclamare che il suo governo è stato l’unico governo che è riuscito a completare una legislatura intera, vantandosi di questo risibile record ed inutile perchè ha creato molti più disastri agli italiani che avrebbero preferito un governo Berlusconi più corto, ma più giusto e più umano per tutti.
Berlusconi è stato fatto il centro di numerose gag televisive come l’indimenticabile farsa di Roberto Benigni e Adriano Celentano.
In politica estera Berlusconi ha reso l’Italia più ridicola e debole in tutto il mondo divenendo uno stato fantoccio nelle mani di Bush.
Berlusconi con le sue gaffes internazionali, con le sue affermazioni vuote poi rimangiate, con le sue minacce poi negate, con i suoi ricatti poi travisati, ha davvero reso l’Italia estranea agli italiani.
Berlusconi ha reso gli italiani, un popolo di persone rassegnate al proprio destino, un popolo di precari e sudditi a lui che si crede il padrone dell’Italia e del mondo.
Berlusconi è un imperatore, come Napoleone, ed è invece un misero impostore, come Mussolini.
Berlusconi è un nuovo profeta, un nuovo Messia, ed è invece un misero delirante,
Berlusconi è un mago, come Cagliostro, ed è invece solo un mago ignorante, come le fate ignoranti.
Berlusconi è un peso e un problema per gli italiani che però continuano a votarlo.
Come già Pasolini aveva auspicato un Processo contro il malgoverno della D.C., così oggi è auspicabile un Processo contro il malgoverno di Forza Italia e contro Berlusconi affinchè ripari(con il suo patrimonio finanziario personale) ai danni fatti all’Italia e agli Italiani, affinchè risponda delle sue colpe e dei suoi tradimentie per ridare all’Italia quella credibilità internazionale rovinata in tutto il mondo.
In tutti i suoi governi e anche nell'attuale ha fatto lo stravagante e il buffone facendo le corna in un simposio internazionale, polemizzando con un socialista tedesco, chiamandolo Kapo, inopportunamente, ha indossato la bandana per far divertire Blair, e ha fatto divertire anche noi, anche se ci ha fatto soprattutto disperare.
Ha fatto il gradasso e ha mostrato un atteggiamento spavaldo, presuntuoso, e arrogante con i politici dell’opposizione, ma si è dimostrato incauto, avventato e pavido con i forti come Bush, Putin e Blair.
Berlusconi ha mostrato una vanità insuperabile, ha cambiato volto diverse volte, ha fatto e rifatto il parrucchino, ha fatto e rifatto il lifting del viso, invecchiando e ringiovanendo a piacimento.
Ma è la sua incapacità a governare, la sua incapacità di promulgare una sola legge che sia popolare e buona per tutti che nessuno vede.
E’ l’uomo e il politico più odiato dell’Italia e secondo me quest’odio se l’è meritato proprio tutto.
Ma........ce lo ritroviamo ancora in sella al suo cavallo bianco in cima al comando pronto a fare tutto quello che sarà necessario per difendere unicamente i propri suoi sporchi interessi.
Italiani, un duce lo abbiamo avuto e scelto, un messia pure!!!!!!!!

Commenti