Erezioni Politiche 2008


Non è un errore di scrittura. Voglio proprio parlarvi di questo ineluttabile stato di eccitazione che pervade i nostri politici (e solo loro) in occasione di ogni tornata elettorale. Sono lì tutti belli (si fà per dire) e ringalluzziti,avvinti in noiosissimi dibattiti televisi che ci vengono propinati a tutte le ore e su tutti i canali. Riusciremo a sopravvivere?

Che palle consentitemi di dire. Accendo la tivù, sperando di rilassarmi con qualche programma gradevole creato a proposito - che diamine ho pure pagato il canone ne ho ben donde quindi - aggiungo pure che mi accontenterei anche di una tosta trasmissione di carattere informativo di quelle che fanno pensare e riflettere....Invece che ti becco? Qui Quo Qua e i tre porcellini che dibattono su alleanze, strategie,programmi, sondaggi e che più ne ha più ne spara in vista della prossima tornata elettorale.Ma dico, ve lo ricordate il teatrino a cui abbiamo assistito per mesi dopèo l'ultimo voto? "Abbiamo vinto...ennò abbiamo vinto noi, magari per un voto, ma in democrazia si usa così....ma quale democrazia, avete sfruttato una legge elettorale che fà schifo...e con chi ve la prendete? L'avete fatta voi..."

E gli altri? Scalpitano più che mai. Dopo due anni di panchina, infatti,non vedono l'ora di tornare in campo con la maglia da titolare a loro avviso, ingiustamente, indossata da un branco di riserve. Ovviamente anche da questa parte i " faremo questo, faremo quello" van via come il pane.

In definitiva le elezioni, per questi signori si trasformano in vere e proprie erezioni. Un'eccitazione esorbitante li pervade li accompagna sino al momento sublime: quello in cui il voto degli elettori penetrerà l'urna. Poi, a bocce ferme, si capirà ancora una volta chi ha goduto veramente, chi ha finto o, peggio, chi è rimasto vittima di coitos interruptus.*

* Il coito interrotto è una pratica contraccettiva, che consiste nella tempestiva estrazione del voto dall'urna prima dell'elezione,nel tentativo di evitare il contatto diretto dell'elettroe con la politica.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai