Archivo Fotografico Comunale Urbanistica di Venezia















L’Archivio fotografico è nato nei primi anni ’60 con lo scopo di raccogliere e documentare fotograficamente il Centro Storico, la Laguna, e la terra ferma ma, soprattutto, come supporto per l’attuazione del P.R.G. (1962) e delle successive pianificazioni e progettazioni in campo urbanistico.In tutti questi anni, ha prodotto un patrimonio di circa 50.000 immagini, tra negativi e positivi, tutte schedate manualmente da personale in servizio presso l’Assessorato all’Urbanistica, salvo un breve e temporaneo trasferimento (1975-1979) all’Assessorato alla Cultura e BB.AA. e ha raccolto una discreta quantità di materiale, costituito da antiche foto e piante storiche di buona parte del territorio comunale.Altri compiti che il gruppo di lavoro dell’Archivio Fotografico doveva assolvere erano:– Servizi fotografici di supporto ai gruppi di progettazione e ad altri settori della Pubblica amministrazione;– Documentazione fotografica di edifici e ambienti di interesse rilevante ai fini dello sviluppo urbano della città e del suo restauro;– Archiviazione e classificazione del materiale prodotto;– Raccolta e riproduzione di materiale storico-iconografico proveniente da altri Archivi al fine di un raffronto dei cambiamenti della città;– Analisi storica di aree di particolare interesse e di edifici soggetti a restauro;– Laboratorio sviluppo e stampa B/N;– Riproduzione e diffusione del materiale fotografico su richiesta esterna.Con il pensionamento del personale, l’Archivio e rimasto chiuso per piu’ di un anno. Poi su mia richiesta con la presentazione di un progetto l’A.F. riprende a funzionare.Il progetto consiste nello scansire tutti i negativi a buona risoluzione che consenta di poter stampare foto con fotocopiatrici laser con risultati vicini alla stampa fotografica.Creare dei volumi digitali consultabili a video preservando così gli originali.Creare una mappa del Centro Storico georeferenziando le immagini.


Consistenza archivio

IMMAGINI POSITIVE POSSEDUTE:totale: 50.000

All'interno si conservano:

Lastre negative alla gelatina: Sì Altro: n. raccolte (fondi, collezioni, album)– n. 1 album di Giacomelli del 1932, titolato “Il Ponte dell’Accademia”, di n. 20 tavole, avente per soggetto il vecchio ponte, lavori per il ponte provvisorio, fotomontaggio, inaugurazione nuovo ponte provvisorio, lavori demolizione vecchio ponte, ponte attuale, restauro del 1964. Dimensioni album cm 26,5×32, immagini cm 20×26– n. 1 album di foto cartoline di Gianna Piamente dei primi stabilimenti balneari del Lido databili fine ’800-primo ’900. Album cm. 25×28, immagini cm. 18×24 negativi su pellicola: Sì

Soggetti principali

Il Centro Storico; la Laguna; la terra ferma; P.R.G. (1962); sviluppo urbano; restauro edifici; (fotografia industriale, riproduzione di materiali inizi ’900, birreria Dreher, mulino Stucky, Piazzale Roma dal 1930 in poi, Ponte translagunare dal 1930 in poi, Mestre storica tra ’800 e ’900, Ponte dell’Accademia ( prospetto e realizzazione ca. 1920), Lido, riproduzioni di opere d’arte del Costa, Fontana, Paletti, Cicogna.

Modalità di fruizione orario di apertura:

Tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 13.00 previo appuntamento telefonico.Possono essere richieste riproduzioni fotografiche? Sì, a pagamento

Note

L’archivio è stato fondato nel 1962 e nasce dall’esigenza di radunare il materiale fotografico distribuito nei vari uffici comunali cui si aggiunge quello prodotto a seguito dell’alluvione.I negativi sono suddivisi per Sestriere e Parrocchia. I positivi organizzati in albums (rossi gli attuali, gialli gli storici sono riproduzioni di materiale storico e risalgono agli anni ’60 del ‘900. (Dati in parte desunti dalla scheda compilata da Gabriella Troilo. Indagine Zannier- 1991.


30121 VeneziaFondamenta Vendramin, 2396Tel. 041/2747157 – Fax 041/2747161E-mail claudio.mason@comune.venezia.it

Commenti