Passa ai contenuti principali

Replica sulla crisi di Governo


MARINI SALE AL QUIRINALE.
Giorgio Napolitano ha convocato il presidente del Senato al Colle. Tra un mandato esplorativo e l'incarico pieno di formare un nuovo governo spunta l'ipotesi preincarico. Montezemolo: "Lo stimo molto". La CdL compatta chiede elezioni.
Il presidente del Senato Franco Marini è al Qurinale a colloquio con il capo dello Stato Giorgio Napolitano, da cui riceverà un incarico per tentare di uscire dalla crisi. Dopo aver concluso il giro di consultazioni con i leader politici e i presidenti emeriti della Repubblica (martedì sono saliti al Quirinale Veltroni e Berlusconi, oltre a Cossiga, Scalfaro e Ciampi), il capo dello Stato ha annunciato nel primo pomeriggio la sua decisione per risolvere la crisi innescata dalla caduta del governo Prodi. Le posizioni sono ormai note: la Casa delle Libertà compatta vuole andare subito al voto. Berlusconi ha ribadito la richiesta di "elezioni, lasciandole gestire a Prodi", mentre Casini, che inizialmente era propenso a sostenere un governo istituzionale, si è allineato alle posizioni degli altri alleati (oggi da Parigi lo stesso Fini è tornato a chiedere al presidente della Repubblica di "sciogliere le Camere"). Il Centrosinistra - pur tra sfumature molto diverse e qualche eccezione - propende invece per un governo che faccia almeno la riforma elettorale, come ha spiegato al Presidente lo stesso Veltroni.
In caso di voto anticipato, a gestire le elezioni sarà Franco Marini soltanto se ci fosse un passaggio parlamentare con un voto di fiducia (o sfiducia). Altrimenti, sarà Romano Prodi a occuparsi dell'organizzazione del voto.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sei un fiume forte, non ti perderai

[…] mi viene solo in mente quella storia dei fiumi, […] e al fatto che si son messi lì a studiarli perché giustamente non gli tornava 'sta storia che un fiume, dovendo arrivare al mare, ci metteva tutto quel tempo, cioè scelga, deliberatamente, di fare un sacco di curve, invece di puntare dritto allo scopo, […] c'è qualcosa di assurdo in tutte quelle curve, e così si sono messi a studiare la faccenda e quello che hanno scoperto alla fine, c'è da non crederci, è che qualsiasi fiume, […], prima di arrivare al mare fa esattamente una strada tre volte più lunga di quella che farebbe se andasse diritto, sbalorditivo, se ci pensi, ci mette tre volte tanto quello che sarebbe necessario, e tutto a furia di curve, appunto, solo con questo stratagemma delle curve, […] è quello che hanno scoperto con scientifica sicurezza a forza di studiare i fiumi, tutti i fiumi, hanno scoperto che non sono matti, è la loro natura di fiumi che li obbliga a quel girovagare continuo, e perfino esatto…

The Libertines